Mondiali: la maledizione dei campioni all’esordio continua, dall’Italia alla Germania, tutte le storiche disfatte

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Continua incredibilmente la maledizione dei campioni in carica, dopo l’Italia di Lippi nel 2010 e la Spagna di Del Bosque nel 2014(prima squadra, detentrice del titolo mondiale, ad essere eliminata dopo 2 sole giornate), tocca ora alla Germania, che ha visto sfumare le possibilità di accesso alla fase finale, dopo la pesante sconfitta, contro la Corea del Sud , squadra già eliminata la precedente giornata. La nazionale tedesca non era mai stata eliminata ai gironi del mondiale, mentre è la sesta volta nella storia e la terza consecutiva, che la nazionale campione del mondo in carica non supera la fase a gironi della Coppa del Mondo. Analizzando nel dettaglio, le squadre colpite da questa “maledizione” sono esattamente cinque . Due volte è capitato all’ Italia, la prima nel 1950, quando solo la prima squadra passava alla fase successiva, proprio per mano, strano caso del destino, della Svezia. La seconda nel 2010 in Sud Africa, in un girone non proprio proibitivo con Paraguay, Nuova Zelanda e Slovacchia. Nel 1966 è toccato invece al Brasile, dopo la sconfitta decisiva, per 3-1, contro il Portogallo di Eusébio, ritenuto uno dei calciatori più forti di tutti i tempi e pallone d’oro nel 1965. Le recenti disfatte vedono invece come protagoniste, nel 2002 la Francia, dopo il grande trionfo casalingo del 1998 e nel 2010 la Spagna, uscita immediatamente dopo due sole giornate nel mondiale brasiliano. L’ultimo grave insuccesso, dello scorso mercoledì 27 giugno, è spettato alla Germania, che interrompe una incredibile striscia di 16 partecipazioni consecutive alla fase ad eliminazione diretta, serie attiva più lunga di sempre. Risultati che hanno del clamoroso, se si considera la grande storia delle nazionali coinvolte, ma la maledizione è lì che incombe.

COMMENTA L'ARTICOLO