Mondiali 2018, iniziano gli ottavi di finale. Ecco il punto sulle sfide

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Terminata la fase a gironi, con tanti colpi di scena come l’eliminazione a sorpresa di Polonia e soprattutto Germania, cominceranno in giornata gli ottavi di Russia 2018. La prima partita è quella tra Francia e Argentina in programma il 30 giugno alle 16.00, si chiude con Colombia-Inghilterra martedì 3 luglio alle 20.00. Di seguito l’elenco degli accoppiamenti con una breve analisi sulle partite.

Francia-Argentina (30 giugno, ore 16.00), Kazan: Ad aprire le danze è il big match Francia-Argentina, con le due squadre che arrivano alla fase finale in modo del tutto diverso. I galletti hanno vinto di misura le prime due partite e si sono “accontentati” del pareggio all’ultima giornata con la Danimarca, qualificandole entrambe agli ottavi. Per i sudamericani invece, la qualificazione è arrivata al fotofinish contro la Nigeria, dopo due prestazioni contro Islanda e Croazia a dir poco sottotono. Le due squadre hanno mostrato un gioco poco fluido e veloce, con meccanismi offensivi ancora poco oliati. Ora persò si giocano il passaggio del turno e quindi cercheranno di dare tutto per non deludere i propri tifosi, con una sfida dunque che promette scintille.

Uruguay-Portogallo (30 giugno, ore 20.00), Sochi: Nella giornata di oggi un altro grande confronto con tanti campioni in campo. Da una parte l’Uruguay di Cavani e Suarez che ha dominato il girone A, conquistando 9 punti dopo aver battuto anche la Russia. Si contrappone un Portogallo solido e con discreti giocatori pronti ad appoggiare il capitano e 5 volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo. La stella del R. Madrid dovrà riscattare la deludente prestazione contro l’Iran e far valere la sua infinita tecnica ed esperienza nelle gare da dentro/fuori.

Spagna-Russia (1 luglio, ore 16.00), Mosca: Partita molto complicata per i padroni di casa che affronteranno una delle favorite del torneo. Le furie rosse hanno mostrato un gioco discontinuo e una difesa non molto solida, ma allo stesso tempo mostra una qualità smisurata nel suo centrocampo stellare, il migliore sicuramente di tutte le 16 squadre ancora in gioco. I russi dunque, nonostante lo sfavore del pronostico, cercheranno di sfruttare i pochi punti deboli degli avversari con il vantaggio della spinta del pubblico di casa.

Croazia-Danimarca (1 luglio, ore 20.00), Novgorod: C’è grande curiosità per questa partita, perchè il percorso fattto fin qui dalla Croazia con 9 punti conquistati in un girone di ferro, fa ben sperare i suoi tifosi. La squadra di capitan Modric potrebbe essere la vera e propria rivelazione di questo mondiale e per stupire dovrà superare il primo ostacolo presentato dalla Danimarca, che a parte il gioiello Eriksen, sembra di un livello troppo lontano da una squadra forte e completa in tutti i reparti come la Croazia.

Brasile-Messico (2 luglio, ore 16.00), Samara: I verdeoro per l’undicesima volta consecutiva arrivano agli ottavi di finale da primi del girone e per continuare ad inseguire il sesto titolo mondiale, dovranno superare in un derby tutto sudamericano il Messico. L’ago della bilancia pende tutto verso la squadra di Neymar e compagni, ma dovranno stare attenti al Messico che si dimostra una squadra ben organizzata in difesa (a parte la sciagurata prestazione nell’ultima partita contro la Svezia) e devastante in contropiede con la velocità del Chicharito e Lozano. D’altronde per battere i campioni del mondo in carica devi avere qualcosa di speciale e non avendo nulla da perdere potrebbero creare problemi alla corazzata brasiliana, probabilmente privi di Marcelo per un problema alla schiena.

Belgio-Giappone (2 luglio, ore 20.00), Rostov: I diavoli rossi non hanno deluso le aspettative e si conquistano meritatamente il posto tra le candidate favorite, grazie al gioco ordinato e prettamente offsensivo, e un 3-4-3 che esalta le caratteristiche di tutti gli interpreti. Tenteranno il miracolo i nipponici, prima squadra nella storia dei mondiali a staccare il pass grazie al fair playla regola del fair play e quindi grazie al minor numero di provvedimenti disciplinari rispetto allo sfortunato Senegal.

Svezia-Svizzera (3 luglio, ore 16.00), San Pietroburgo: Un ottavo di finale a sorpresa vede contrapposte le due squadre europee che sono riuscite ad eliminare squadre più quotate come la Serbia e la Germania, eliminata da una sorprendente Svezia passata come prima del gione. Leggermente favoriti dunque gl scandinavi che potrebbero continuare a sorprendere  grazie anche alle squalifiche pesanti dei difensori svizzeri Lichsteiner e Schar.

Colombia-Inghilterra (3 luglio, ore 20.00), Mosca: Conclude col botto il tabellone degli ottavi con in programma una sfida che promette tanto spettacolo. Le due compagini sono solite infatti a proporre un calcio prettamente offensivo e se la gara dovesse sbloccarsi subito, potremmo avere una sfida con tante reti e tanto divertimento. La Colombia è preoccupata per le condizioni di James Rodriguez che difficilmente recupererà, ma la velocità supersonica delle ali sudamericane potrebbero mettere in seria difficoltà la retroguardia inglese. D’altro canto il C.T. inglese Southgate ha operato nell’ultima gara contro il Belgio un ampio turn over che potrebbe pesare sulla gara in termini di freschezza atletica.

COMMENTA L'ARTICOLO