Mondiale Russia 2018- gruppo A : vittoria all’ ultimo secondo per l ‘ Arabia Saudita!

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Alla Volvograd Arena si affrontano Arabia Saudita ed Egitto , in un match che non mette punti valevoli per il passaggio del turno; visto che entrambe sono a zero punti dopo aver perso due partite.

Nella foto i due giocatori più rappresentativi : Al Sahlawi a sinistra e Momo Salah a destra.

L’ Egitto di Hector Cuper scende in campo con un 4-2-3-1 improntato sulle ripartenze, dove Salah  come nel Liverpool,  viene esaltato da questo tipo di gioco che gli permette di utilizzare al meglio la sua grande velocità in campo aperto. L’ Arabia Saudita si presenta al match con un 4-1-4-1 che predilige il possesso palla , che porta molti giocatori ad offendere e di conseguenza si sbilancia molto in avanti, dove può lasciare delle praterie agli egiziani in contropiede. La partita inizia con l’Arabia Saudita che prende in mano il pallino del gioco come pronosticabile, e l’Egitto fa delle ripartenze la sua arma letale. Fino al 15′, nessuna delle due squadre effettua un tiro in porta e la partita prende una piega alquanto noiosa; ma al minuto 22 Salah, lanciato perfettamente da Abdallah El Said stoppa con eleganza e beffa il portiere saudita con un pallonetto che non gli lascia scampo.

Salah con la maglia dell’ Egitto

 

Poco dopo l’ Egitto ha un ‘ altra ghiotta occasione con Momo Salah che tu per tu con il portiere sbaglia incredibilmente la rete del 2-0 che avrebbe permesso all’ Egitto di proseguire la gara con più tranquillità. L’ Egitto trova delle praterie in contropiede e pochi minuti dopo Trezeguet ha una buona occasione dal limite, ma il suo tiro esce di poco sulla destra da Al Mosailem. L’ Arabia Saudita dopo aver subito le discese egiziane riprende in mano il match e colleziona due occasioni importanti; la prima con Salman Al Faraj dove spreca un’occasione d’oro, riceve un assist all’interno dell’area, ma il suo tiro, centrale, viene brillantemente bloccato. La seconda occasione arriva da calcio di rigore, dopo che Ahmed Fathy   devia  nettamente il pallone con la mano; Fahad Mosaed Al Muwallad Al Harbi si incarica del rigore e  indirizza sulla sinistra ma Essam El Hadary con reattività devia la palla contro il palo. L’ Arabia non demorde e cerca con tutte le proprie forze di pareggiare e nei minuti di recupero del primo tempo, ottiene un altro calcio di rigore , che Al Faraj trasforma spiazzando il portiere egiziano. Il primo tempo si conclude con il gol del pareggio che ripristina l’ equilibrio in campo. La ripresa inizia nella stessa riga della fine del primo tempo, con l’ Arabia Saudita che amministra il gioco e cerca di creare pericoli nello schieramento egiziano, al 69′  Essam El Hadary esegue davvero un’  ottima parata; Hussein Al Moghawi  prova a segnare di testa sul cross in area ,dove  il pallone diretto sotto la traversa viene però respinto. Le occasioni , si alternano tra le due squadre senza però avere una certa pericolosità; tra le due compagini è l’ Arabia Saudita che cerca di portare a casa il bottino dei 3 punti con più occasioni,  e infatti la perseveranza premia l’Arabia Saudita che trova il gol del vantaggio al minuto 94 dopo un azione palla a terra e Al Dawsari con un destro nell’ angolino basso  trova il gol vittoria .

Il risultato finale è 2-1;  in una partita dove le occasioni non sono mancate, la posta in palio non era delle migliori ma l’Arabia Saudita ha dimostrato di voler strappare almeno una vittoria in questo mondiale, su un Egitto in evidenti difficoltà fisiche .

 

 

IL TABELLINO

Arabia Saudita-Egitto 2-1 (1-1 a fine primo tempo)

Marcatori: 22′ Salah (E), 51′ rig. Al Faraìj (A), 94′ Al Dawsari (A)

ARABIA SAUDITA (4-1-4-1) : Al-Mosailem; Al Burayk, M Hawsawi, Os Hawsawi, Al Shahrani; Bahbir (64′ Asiri), Al-Faraj, Otayf, Al Moghawi, Al Dawsari; Al Muwallad (80′ Al Shehri). CT: Pizzi

EGITTO (4-2-3-1): El Hadary; Fathy, Gabr, Hegazy, Abdel-Shafi; Hamed, Elneny; Salah, Said (46′ Warda) Trezeguet; Mohsen (64′ Sobhi). CT: Cuper

Ammoniti: Gabr (E)

COMMENTA L'ARTICOLO