Milan, tornare a vincere è un obbligo: Pioli pensa al cambio di modulo

Fonte foto: Profilo Twitter Milan

Difficile da credere, eppure è successo e molto in fretta. Il Milan si è ritrovato nel giro di due partite ad essere in discussione per un posto in Champions League: una situazione maturata dopo le sconfitte contro il Sassuolo e la Lazio, due passi falsi che hanno fatto precipitare i rossoneri dal secondo al quinto posto in classifica. É ancora troppo presto per fare valutazioni preventive, il campionato prevede ancora cinque partite, di cui due scontri diretti che saranno fondamentali per accedere alla Champions League, un obiettivo che, se non venisse raggiunto, rischierebbe di rovinare la stagione della squadra di Pioli dopo un girone d’andata da Campioni d’inverno.

C’è solo una cosa da fare: vincere la prossima partita contro il Benevento per arrivare allo scontro diretto con la Juventus a pari punti. Pioli non farà rivoluzioni ma qualche accorgimento tattico ci sarà: cambierà modulo passando dal 4-2-3-1 al 4-2-2-2, avvicinando Rebic a Ibrahimovic per non lasciare troppo solo l’attaccante svedese. Dietro le due punte agiranno Hakan Calhanoglue e Alexis Saelemaekers.

L’importanza della partita emerge anche dagli allenamenti degli ultimi giorni dove Pioli si è soffermato molto di più sulla tecnica e meno sulla tattica. Fondamentale sarà il ritorno di Ibrahimovic per ridare sicurezza e intensità ad una squadra che ha bisogno di lui più che mai. In questi giorni, anche la società si è dimostrata vicino alla squadra: Maldini ha assistito agli allenamenti e ha voluto parlare con ogni singolo giocatore per spronarli in questo finale di stagione decisivo per il futuro del Milan.

Fonte: milannews.it

LEGGI ANCHE:Superlega: la triste storia di un calcio sempre più economico e meno romantico

LEGGI ANCHE:Roma, la situazione dei giocatori usciti infortunati contro il Manchester United

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads