Milan-Torino 2-0, Pioli: “Mi aspettavo questa risposta”

Sorry! You are blocked from seeing ads

Milan-Torino 2-0, questo il risultato a San Siro dopo i 90 minuti regolamentari. Padroni di casa che battono i granata grazie alle reti, entrambe nel primo tempo, di Leao e Kessie. Rossoneri che amministrano il vantaggio nella ripresa rischiando poco o nulla. Ripresa che ha visto il ritorno in campo di Ibrahimovic dopo oltre due mesi di assenza. Preoccupazioni in casa Milan per le condizioni di Tonali, uscito in seguito ad uno scontro con Simone Verdi.

Rossoneri che rimangono dunque al primo posto del campionato a quota 40 punti e si portano momentaneamente a +4 sull’Inter. Granata che invece non riescono a rispondere alla vittoria del Genoa nel match delle 18:00, restando in piena zona retrocessione (19° posto) con soli 12 punti in classifica.

Pioli: “Soddisfatto della prestazione”

Stefano Pioli ha parlato così ai microfoni di DAZN nel post Milan-Torino: “Devo dire che non sono stato sorpreso, mi aspettavo questa risposta. La squadra è giovane ma forte. Abbiamo giocato un primo tempo di altissimo livello, poi nel secondo tempo è stato normale gestire e soffrire un po’. Sono molto soddisfatto della prestazione dei ragazzi“.

Sulla prestazione di Leao: “È un attaccante, può giocare anche a sinistra ma l’importante è che continui ad avere intensità. È stato dentro la partita, deve crescere ma non dimentichiamoci che è un ragazzo giovane. Il giallo? Mai visto un’ammonizione così“.

Sul ritorno di Ibrahimovic dopo due mesi di assenza: “La settimana l’abbiamo passata con una programmazione chiara, lui l’ha accettata. Se ieri avesse superato l’ultimo provino sarebbe stato disponibile per un piccolo pezzo. Adesso deve trovare una buona condizione, dobbiamo capire come gestirlo. Lui come sempre è molto disponibile e collaborativo, troveremo la soluzione migliore. Zlatan è troppo forte in tutto quello che fa, è di grande stimolo per tutti per lo spessore umano che ha messo a disposizione della squadra. Speriamo di trovarlo al più presto nella migliore condizione possibile“.

Il tecnico rossonero conclude così: “Oggi volevamo giocare bene e vincere la partita. Domattina ci alleniamo e poi ci godiamo la partita. Ci piace vedere le partite belle, sono squadre che giocano bene con due giocatori di qualità e due ottimi allenatori. Non è il momento di guardare la classifica. Nel calcio devi solamente pensare alla prossima gara. Ora torniamo in campo martedì e poi di nuovo testa al campionato“.

Fonte: Milan News

Foto: profilo Twitter AC Milan

Leggi anche: Calciomercato Milan: Duarte e Conti in uscita

 

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads