Milan-Spal 1-0, Pioli: “Vincere e soffrire può farci bene. Sui fischi a Suso…”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

E’ arrivata la prima vittoria per Stefano Pioli con il Milan. I rossoneri sconfiggono di misura una Spal molto organizzata, grazie alla punizione perfetta di Suso, molto criticato ultimamente dai tifosi milanisti. Continua il trend negativo in trasferta degli uomini di Semplici, che non hanno ancora conquistato neanche un punto fuori dallo Stadio Massa.

LA PARTITA

Primo tempo sterile , con poche occasioni. Partono bene i rossoneri con un buon tiro di Paquetà parato da Berisha e la clamorosa traversa colpita da Castillejo a centimetri dalla porta. La Spal è ben messa in campo e gioca meglio del Milan, che invece cerca di raggiungere gli attaccanti tramite dei lanci lunghi. Gli ospiti creano anche delle occasioni, grazie all’ottimo lavoro sulle fasce, da dove partono le azioni più interessanti. Prima Floccari e poi Petagna non impensieriscono Donnarumma.

E’ un Milan più offensivo nel secondo tempo. I rossoneri segnano subito con Theo Hernandez, ma la rete viene annullata per fuorigioco. La squadra di Pioli è poco pericolosa, ma ci pensa la pennellata del subentrato Suso a sbloccare la partita. Lo spagnolo al 63‘ disegna cosi il suo primo gol in campionato. I rossoneri sono più fiduciosi e vanno vicino al raddoppio con Calhanoglu e Paquetà. La Spal cresce però nei minuti finali, e si rende insidiosa tramite le occasioni di Floccari e Kurtic, con lo sloveno che va vicinissimo al pareggio di testa. Gli ospiti continuano a spingere, ma si devono arrendere alla sconfitta finale.

MARCATORI: 63′  Suso(MI)

DICHIARAZIONI POST-PARTITA: STEFANO PIOLI

Sulla partita

“Avevo chiesto spirito alla squadra e c’è stato. Abbiamo rischiato poco e creato molto. A noi vincere e soffrire può far bene”

Sull’importanza di questi 3 punti

“La partita che può cambiare la stagione è sempre quella dopo. Bisogna pensare alla Lazio, che è un avversario ostico. Oggi ci sono state buone cose e sono contento per i tifosi”

Su Suso e i fischi ricevuti

“E’ un giocatore di grande qualità e può fare di più. Dobbiamo iniziare  a ragionare di squadra, dunque bisogna capire che non più perdere per un singolo giocatore. Oggi gli spazi erano molti, e potevamo sfruttarli meglio. Ho visto comunque molti progressi

Sulla differenza tra primo tempo e secondo tempo

“Sapevo che era difficile che la Spal potesse mantenere gli stessi ritmi dei primi 45 minuti. Nel secondo tempo hanno abbassato il baricentro e siamo stati capaci di palleggiare. Non ci siamo mai abbattuti, mettendo in campo buonissime cose anche a livello mentale”

Su Leao alle spalle di Piatek

“E’possibile. Stavo pensando di inserire Leao anche stasera. Lo metterei più decentrato sulla sinistra. Noi abbiamo molti giocatori offensivi di qualità, e non li potrò far giocare tutti”

Sulla Champions

“Possiamo crescere, dipende dalla convinzione. Dobbiamo affrontare tutte le partite con coraggio e un pizzico di preoccupazione. Oggi abbiamo vinto molti contrasti e duelli, dimostrando carattere. Con questo atteggiamento possiamo vincere anche con avversari più ostici. Ora testa alla Lazio”

 

 

 

Fonte foto: Calciomercato.com

 

COMMENTA L'ARTICOLO