La partita di domani? “Nel calcio italiano nessuno ti regala nulla. Il Sassuolo si sarà preparato nel miglior modo possibile, hanno avuto anche un giorno in più di riposo, ma il calendario è questo”.

Mandzukic? “Ha fatto bene quando è entrato, ha fatto sentire la sua presenza. Non ha ancora un minutaggio completo, ma credo molto in lui. Ci darà un apporto importante”.

Romagnoli domani titolare? “Ha fatto tanto nel nostro percorso, ha avuto un calo fisiologico. Non è ancora al 100%, ma presto lo sarà”.

L’errore di Donnarumma contro il Genoa colpa delle voci sul rinnovo? “Lo vedo sereno e concentrato. Ci sta ogni tanto un piccolo errore, ma non dimentichiamo tutte le cose buone che ha fatto in questa stagione. Qui pensiamo solo alla partita di domani e a raggiungere il nostro obiettivo, di altro di parla solo all’esterno. Ad oggi abbiamo gli stessi punti della fine dell’anno scorso, abbiamo giocato tante partite anche in Europa, quindi la crescita della squadra è evidente. Dobbiamo pensare solo a fare il massimo da qui alla fine”.

I gol presi in modo troppo semplice? “Il Genoa non ci ha messo sotto fino alla fine. Noi controlliamo il gioco, ma ogni tanto diamo l’idea di poterlo perdere. Su questo dobbiamo crescere, non dobbiamo dare agli avversari di tornare in partita”.

Il futuro di Hauge? “Non è il momento di parlare del futuro. Io sono contento di Jens, siamo un grande club e quindi c’è grande concorrenza”.

Quanto sei cresciuto da quando sei al Milan? “Le prossime partite sono un esame per tutti, è normale. Poi si valuterà il lavoro che abbiamo fatto. Abbiamo cose buone e altre che dobbiamo migliorare. Io nella mia carriera non ho mai smesso di studiare e imparare perchè il calcio cambia continuamente”.

Tonali? “Sta facendo bene, ma può fare di più. Il salto che ha fatto è stato importante, ha avuto bisogno di tempo per adattarsi anche ad un nuovo modulo. Però sta facendo bene, domani potrebbe giocare”.

Gli acciaccati? “Bennacer e Calha hanno preso delle contusioni alla caviglia, Ibra e Theo invece hanno un affaticamento muscolare”.

Il rendimento diverso in casa e in trasferta? “In casa non sono mancate le prestazioni, c’è mancata qualità nelle ultime giocate. Nelle ultime partite in casa siamo andati troppe poche volte in vantaggio, questo è stato un punto debole. E’ importante approcciare bene le gare”.

Fonte dichiarazioni e conferenza completa: MilanNews.it.

Potrebbe interessarti anche: le parole dell’associazione di Raiola sulla Superlega.