Milan-Juve, ex arbitro Chiesa: “Proteste Juve su gol di Calabria giuste. C’è un rigore netto al 93′”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Le parole dell’ex arbitro Chiesa ai microfoni di Calciomercato.com

Partita piena di episodi quella di ieri tra Milan e Juventus. I bianconeri sono riusciti a conquistare i 3 punti e a rilanciarsi per lo scudetto. I rossoneri rimangono primi, forti della buona prestazione contro la squadra di Pirlo. Valutazione negativa per Irrati e Orsato (al VAR ndr), accusati da numerosi giornali di non aver saputo gestire bene le situazioni arbitrali. Le parole dell’ex arbitro Chiesa confermano questi giudizi:

“Partita da dimenticare per Irrati. Sul gol di Calabria, le proteste della Juventus sono giustificate: a inizio azione, Calhanoglu entra su Rabiot con l’anca. Il contatto non è spalla-spalla, è falloso ed era da sanzionare. Il Var Orsato non interviene, lascia il giudizio del campo e di Irrati che era vicino all’azione. Il gol a nostro avviso era da annullare. Al 70’, un altro errore grave nella direzione della partita: manca il rosso a Bentancur che – già ammonito – entra in scivolata in netto ritardo su Castillejo. Irrati dà il vantaggio, ma poi inspiegabilmente non ammonisce lo juventino (il Var non può intervenire sulla somma di ammonizioni). Al 93’, infine, manca un rigore netto per il Milan: la gamba di Rabiot in area colpisce il ginocchio di Brahim Diaz che cade a terra”.

Fonte dichiarazioni: TuttoJuve