Milan, guai per Scaroni: chiesta condanna a 6 anni

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Non c’è pace in casa Milan: guai per Scaroni

Ancora guai in casa Milan. Ai ben noti problemi sul campo con i rossoneri che fanno ancora fatica nonostante l’avvento di Pioli come nuovo allenatore, si aggiunge una vicenda giudiziaria in queste ore che riguarda il presidente Paolo Scaroni.

Chiesta condanna per il numero 1 del Milan

Il PM di Milano Massimo Gaballo ha chiesto, infatti, una condanna in appello a 4 anni e sei mesi. Tale richiesta si riferisce al caso Saipem-Algeria, una vicenda di presunta corruzione internazionale nella quale lo stesso Scaroni sarebbe coinvolto, in quanto all’epoca dei fatti era al vertice dell’ Eni. A riferirlo è l’ANSA. Nello specifico, si tratta del pagamento di una maxi-tangente da 197 milioni di euro per far ottenere alla Saipem (società legata all’Eni) un appalto da 8 miliardi in Algeria.

L’assoluzione in primo grado e la successiva richiesta di condanna per Scaroni

Scaroni, in carica come presidente del Milan dal 21 luglio 2018, lo scorso febbraio era stato assolto in primo grado per non aver commesso il fatto. Oggi, però, è arrivata la richiesta di condanna da parte della Procura che, se confermata, sarebbe un’altra tegola per i rossoneri.

Foto: AC Milan Twitter

 

COMMENTA L'ARTICOLO