Mihajlovic: “Il mio sogno? Poter riabbracciare mio padre. Ero vicino alla panchina della Juventus ma…”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Nel giorno del suo cinquantesimo compleanno, Sinisa Mihajlovic si racconta al quotidiano de la Gazzetta:

”Quando mi chiedono se il mio sogno è quello di vincere qualcosa, una Champions o uno Scudetto, io rispondo che non è così. Il mio vero sogno è quello di riabbracciare mio padre. Morì a 69 anni per un tumore ai polmoni, faceva il camionista ed io non riuscii a salutarlo prima della sua morte. Ci penso ogni giorno. Juve? Nell’anno in cui Conte decise di lasciare i bianconeri fui vicinissimo alla panchina. Andai nella residenza degli Agnelli con Marotta e Nedved, salvo poi sapere che Conte decise di restare. Era praticamente tutto fatto, Conte si dimise due mesi più tardi ed io mi ero già accordato con la Sampdoria e a Torino andò Massimiliano Allegri”.

COMMENTA L'ARTICOLO