Miano sull’Udinese: “L’Europa manca da anni, Gotti deve restare”

Fonte foto: Logo Udinese

L’ex giocatore nonché simbolo dell’Udinese, Paolo Miano, ha parlato così del club friulano e del tecnico Gotti:

“Sarebbe una scelta opportuna e mi pare che da quando è subentrato abbia fatto ottime cose, specie in quest’ultimo periodo con i giocatori a disposizione. La società ha operato bene sul mercato con acquisti importanti e si vedono i risultati. Ora non si può pensare a chissà cosa ma ad una salvezza tranquilla ed è merito di Gotti”.

L’Udinese non ha esercitato l’opzione per il rinnovo di Gotti. Perchè a suo parere?

“La storia degli ultimi anni è complicata per quanto riguarda gli allenatori: io sono stato lì nello staff e da Guidolin in poi duravano un anno e poi si cambiava. Credo che in questi due anni Gotti abbia fatto molto bene e dunque non capisco le perplessità della società”.

Tra l’altro Gotti è finito nelle mire anche della Lazio:

“Nel calcio di oggi basta lavorare bene qualche mese e sei subito considerato il nuovo che avanza e poi magari sbagli e allora non capisci niente. Lui si è conquistato considerazione con queste due stagioni e gli si possono aprire prospettive nuove ma l’ideale è continuare con l’Udinese dove ha valorizzato giocatori e si sta vedendo un bel calcio. E la difesa è solida. Poi se in estate partono i big chiaramente non si potrà crescere.”

Potrebbe essere Gotti il tecnico con cui puntare all’Europa League?

“L’Udinese manca da anni in Europa, dai tempi di Guidolin che aveva anche una rosa importante. Ora giocatori importanti ce ne sono alcuni ma bisogna lavorar bene. E poi comunque se togli Fiorentina e Torino le grandi ormai difficilmente falliscono”.

Fonte: TuttoMercatoWeb

Leggi anche: Calciomercato Roma: Lacazette primo obiettivo per l’attacco

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads