Mercato Juve: dieci giorni per l’ultimo colpo

09 Agosto 2018 - 13:54 di [ Articolo letto: 51 volte ]

La società bianconera dopo essere riuscita a riportare Bonucci a Torino sta lavorando nell’ombra per completare la rosa a disposizione di mister Allegri. Cerchiamo di capire come e su chi ha intenzione di muoversi la Signora.

La Juventus con il ritorno alla base di Leonardo Bonucci e soprattutto con l’operazione CR7 (oltre al riscatto di D.Costa e l’acquisto di Cancelo ed Emre Can), ha fatto capire che l’obiettivo per la prossima stagione è la vittoria della Champions League.

Il mercato proprio per questo motivo non è ancora finito. I bianconeri in questi ultimi giorni faranno un tentativo per Marcelo e Pogba.

L’operazione che porterebbe il terzino brasiliano a Torino dipende dalla cessione di Alex Sandro, destinazione Psg. Alcuni parlano addirittura di un accordo già raggiunto dalla Juve sia con il calciatore che con il Real; secondo queste fonti per sbloccare il tutto mancherebbe soltanto la cessione dell’ex Porto al Paris. Bisognerà aspettare la fine di questa settimana per avere le idee più chiare; al momento possiamo dire che le possibilità ci sono (vista la forte volontà del giocatore) ma non sarà facile perchè le variabili in ballo sono tante.

Per quanto riguarda il neo Campione del Mondo la situazione è ancora più complessa. Negli ultimi giorni si è parlato di un interessamento del Barcellona che sembra essere passato in vantaggio; Pogba erediterebbe la maglia numero 8 lasciata libera da Iniesta e firmerebbe un contratto più vantaggioso rispetto a quello offertogli dai bianconeri. Proprio per questo motivo anche Raiola spinge per portare il suo assistito in Catalogna con la Juve che potrebbe alzare l’offerta soltanto se Pjanic dovesse andare via. Le alternative a Pogba in questo caso sarebbero Milinkovic Savic e Thiago Alcantara. Se invece il bosniaco rimarrà a Torino la società bianconera potrebbe anche decidere di non intervenire per rinforzare il centrocampo.

In attacco la situazione dovrebbe restare quella attuale, a meno di clamorosi sconvolgimenti.