Mediaset diffida la Lega Serie A sui diritti TV in chiaro

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Serie A, nuovo colpo di scena sui diritti TV delle partite in chiaro

Continua la querelle tra la Lega Serie A e le emittenti televisive riguardo i diritti TV delle partite di campionato. Dopo le polemiche dei giorni scorsi con Sky sul pagamento dell’ultima rata dei diritti televisivi per la stagione 2019/2020, c’è un altro colpo di scena per la questione delle partite in chiaro. In tal senso, c’è stata una dura presa di posizione da parte di Mediaset. 

Mediaset diffida la Lega Serie A sulle partite in chiaro

Mediaset, infatti, secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport avrebbe diffidato la Lega Serie A sulla questione riguardante le partite da trasmettere in chiaro. Da tempo, infatti, il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora sta trattando con Sky per la trasmissione di alcune partite in chiaro del massimo campionato. Gare che dovrebbero essere trasmesse su TV8, canale del digitale terrestre gestito dalla Pay-TV di Murdoch. In pratica, Mediaset invita la Lega a non trasmettere partite in chiaro perché queste non sono mai state inserite nei bandi di vendita dei diritti TV per la Serie A. Qualora la trasmissione in chiaro venisse autorizzata, la Lega Serie A dovrebbe tener conto anche delle altre emittenti. Per fare ciò bisognerebbe indire un altro bando di asta, ma i tempi sono stretti.

Prossima settimana decisiva

L’alternativa per risolvere quest’altra disputa sui diritti TV con Mediaset sarebbe quella di modificare la legge Melandri. L’ipotesi della trasmissione di alcune partite in chiaro è molto sponsorizzata dal ministro Spadafora che farà di tutto per trovare una soluzione condivisa da tutte le parti. Un altro scontro tra le televisioni e il mondo del calcio sarebbe una grana da evitare, visti anche già i rapporti tesi con Sky che è il principale advisor. Occorre trovare una soluzione giusta per evitare un’estate di carte bollate.

FOTO: Lega Serie A Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO