Matteo Politano:”Non dovevo zittire la panchina della Juventus”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Politano, la Coppa Italia e il pentimento per quel gesto rivolto alla panchina della Juventus

Matteo Politano è stato uno dei protagonisti ritrovati del Napoli nella finale di Coppa Italia vinta dai partenopei lo scorso 17 giugno. L’esterno romano, arrivato a gennaio dall’Inter, piano piano si è preso il suo spazio nello scacchiere di Gattuso, ritagliandosi un ruolo da protagonista anche nella gara contro la Juventus. Gara in cui il calciatore ha zittito la panchina bianconera dopo aver tirato il suo rigore.«Ho chiesto scusa ai giocatori – ha ammesso l’esterno azzurro ai microfoni di Radio Kiss Kiss -. Sono gesti che non vanno fatti, non è stato bello ed ero preso dall’adrenalina.»

Matteo Politano, il Napoli e il feeling con Gattuso

Un gesto, quello nella finale vinta contro la Juventus, che dimostra come Politano si sia calato in questa nuova avventura calcistica all’ombra del Vesuvio. Un feeling sempre più profondo con la tifoseria, i compagni di squadre e soprattutto con l’allenatore Gennaro Gattuso. E Matteo Politano non esita a difendere il suo mister da alcune critiche per il gioco ritenuto “catenacciaro”:«La gente dice così perché siamo organizzati difensivamente. In fase di non possesso stiamo corti, ma quando abbiamo noi la palla sappiamo cosa fare. Con il mister lavoriamo molto su entrambe le fasi, come Inter e Juventus. Contro squadre forti bisogna difendere stretti».

Uno sguardo all’obiettivo Champions League

Non solo la vittoriosa finale di Coppa Italia contro la Juventus. Matteo Politano guarda anche al futuro prossimo e il futuro prossimo per il Napoli si chiama Champions League. Un obiettivo da raggiungere per la prossima stagione in campionato, ma anche da sognare in questa con l’inedita Final Eight di agosto.«La Champions sarebbe un grande traguardo, ma siamo concentrati su ciò che dobbiamo fare in campo a cominciare dalla Spal. Sarà difficile, soprattutto per il caldo. Per fortuna ci sono i cinque cambi che sono un vantaggio per tutti.»

FOTO: Matteo Politano Twitter

 

COMMENTA L'ARTICOLO