Maldini e un futuro incerto: detterà le condizioni per la permanenza

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Maldini e il suo futuro: cosa farà?

Dopo l’addio doloroso di Boban, l’altra questione da risolvere in vista della prossima stagione è la permanenza di Paolo Maldini, attuale direttore tecnico del club. Tra i vasti pensieri odierni su ripresa o no dei campionati è ancora troppo presto per capire quali siano le intenzioni di Maldini, ma stando ad alcune indiscrezioni la volontà dell’ex bandiera rossonera sarebbe quella di rimanere nella sua posizione da Dt, anche in vista della prossima stagione. Nonostante l’ennesimo cambio di panchina alle porte, Maldini resterà solo se avrà la garanzia di poter partecipare alle decisioni importanti sia in tema di mercato sia nella scelta del prossimo allenatore. Un po il braccio destro di Gazidis, in poche parole. Quindi da “formale” a “operativo”. Questa la condizione che detterà Maldini a Elliott. 

Cosa decideranno Elliott e Gazidis?

Questa è la vera domanda. Se Maldini verrà preso in considerazione da Elliott e Gazidis  non si sa ancora. Stando ad alcune voci Elliott non avrebbe mai messo in discussione il suo ruolo nonostante il poco appoggio che c’è stato tra lo stesso Maldini e la dirigenza quando è uscito fuori il nome di Rangnick. “Non è un profilo giusto per il Milan e per il calcio italiano”, le parole di Paolo mesi fa. Ma anche Gazidis ha fatto capire che crede in lui e la figura della grande bandiera potrà essere un valore in più per imboccare una nuova strada che fino adesso è stata travagliata tra allenatori e dirigenze. Sicuramente quello che ci vorrà un unità d’intenti tra presidenza e area amministrativa, anche perchè “dietro ad una grande squadra c’è sempre una grande società”. E al milan la parola “grande” manca da un pezzo.

Foto in evidenza: Wikipedia Maldini

COMMENTA L'ARTICOLO