Maifredi: “La Juve pensa solo alla vittoria. Inter, Eriksen è stato rovinato”

Ha parlato presso TMW Radio l’ex allenatore della Juventus, Gigi Maifredi:

Atalanta-Gomez e Roma-Dzeko, come vanno gestite certe crisi? “Dipende cosa è successo. Se il Papu ha detto di tutto e di più al tecnico, la frattura è insanabile. Credo che sia Gasp che Gomez sono persone adulte e responsabili, qualcosa è accaduto. Così come in casa Roma. Per forza è successo qualcosa. Il capitano di solito è il primo collaboratore del tecnico, se hanno litigato c’è un motivo”.

Juventus-Inter di Coppa. Che Juve sarà stasera? “Andrà in campo con la voglia solo di vincere. Il dna è questo, non importa altro. Pirlo studia gli avversari e saprà cosa fare. Di solito sono gli altri ad adeguarsi alla Juve, invece ora è il contrario”.

Pirlo dovrebbe andare avanti per la sua strada o adattarsi? “Quando andai alla Juve dovevo cambiare un modo di intendere calcio. Agnelli ha valutato attentamente Pirlo e sapeva chi andava a mettere in panchina. Pirlo ha in campo anche dei giocatori che lo possono consigliare come Chiellini e Buffon. E’ normale che si parta con certe idee di calcio, ma poi si fanno sempre i conti con la realtà e si cambia in corsa”.

Juventus che giocherà in ripartenza con l’Inter? O rischia così? “Ogni partita nasce sul campo e non a tavolino. Se sei inferiore giochi sull’avversario, ma Juve e Inter sono due squadre top e andranno in campo per vincere. La Juve è in vantaggio vista la vittoria a San Siro, quindi toccherà all’Inter esporsi di più. Eriksen? Era un top player, ora però lo hanno ridotto a uno straccio di giocatore. E’ difficile adattarsi al calcio italiano, non gli è stato dato tempo”.

Fonte: TMW

LEGGI ANCHE: BRUNO GIORDANO: “JUVE E MILANESI FAVORITE PER LO SCUDETTO”

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads