Lazio-Napoli 1-0 , Gattuso:”La squadra sta bene e non faccio cambi”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Si conclude sull’ 1-0 il big match delle 18.00 tra Napoli e Lazio con il 20esimo gol in Serie A di Immobile. Napoletani sottotono nel primo tempo con un possesso palla sterile e con i biancocelesti pericolosi diverse volte. La ripresa molto piú accesa con un buon Napoli che peró si deve arrendere dinanzi al gol rocamboloso di Immobile. Decima vittoria per la Lazio e battuto pure il record di vittorie di Eriksson.

 

Le parole di Gattuso:

Come mai i cambi così tardi?
“Perché vedo che la squadra sta bene e non faccio i cambi. ”

E’ la miglior partita del suo Napoli?
“Primi 45 minuti di possesso palla sterile. Gli abbiamo fatto il solletico. Molto meglio nella ripresa. Ci può stare che Ospina abbia sbagliato. Ha fatto tante imbucate per farci uscire dal pressing della Lazio”.

Psicologicamente che effetto ha questa sconfitta?

“Abbiamo maledettamente bisogno di risultati. Siamo sulla strada giusta. Io ho fatto il giocatore e ci sto da una vita nel mondo del calcio, ora dobbiamo non far mollare una virgola ai calciatori. Dobbiamo ottenere continuità di risultati. Non dobbiamo far passare nulla e credere in quello che stiamo facendo”.

Sulla partita
“Potevamo sviluppare in modo migliore il gioco. Noi dovevamo essere più bravi a muoverci senza la palla. Penso che in questo momento non siamo una squadra pensante. Anche gli errori è perché dobbiamo pensare tanto. La richiesta mia è diversa da quello che hanno fatto per anni questi calciatori. Il problema più grande è che dobbiamo imparare a pensare”:

Quanto vale la Coppa Italia?
“Dobbiamo vincere le partite. E’ fondamentale la continuità non solo nel gioco, ma anche nel vincere le partite”.

Champions ancora raggiungibile?
“Quando non arrivano i risultati il primo responsabile è l’allenatore. Io mando in campo la squadra ed è un dato di fatto che non vinciamo. Non posso pensare alla classifica. Devo solo pensare a migliorare questa squadra. E’ una squadra che ha toccato il fondo. Stiamo chiedendo qualcosa alla squadra e in tre settimane ho visto grandi miglioramenti. Se analizziamo classifica e punti allora dobbiamo fare di più”.

Sugli errori sotto porta
“In questo momento abbiamo bisogno anche di un po’ di equilibrio. Poi sennò facciamo fatica. Penso che nel primo tempo siamo stati bravi nel saper soffrire.Dopo ci sta di portare uno o due uomini in più in area, ma ora la coperta è corta. Dobbiamo capire cosa fare: se fare male agli avversari o difenderci”.

Cosa manca a questa squadra per far annusare il pericolo?
“Ho detto che la squadra è pensante perché chiedo tante cose. In questo momento non siamo abbastanza bravi dal gestire tutte le informazioni. Dobbiamo continuare a lavorare”.

Che parole userà con la squadra?
“Devo far vedere le immagini e le poche cose che abbiamo sbagliato. Senza le vittorie le chiacchiere se le porta via il vento. Abbiamo bisogno di fatti concreti”.

Su Demme
“E’ pronto per entrare nelle rotazioni. Ha fatto una pausa lunga perché il campionato tedesco si ferma. Fisicamente sta bene. Deve dare anche competitività negli allenamenti”.

Sarebbe stato meglio allenare il Napoli da inizio stagione?
“E’ un dato di fatto. Sarebbe facile dire questo. So quello che voglio e conosco la direzione da prendere. E’ molto più facile allenare una squadra per 30-40 giorni. Il ritiro serve a inizio stagione. Sarebbe stato più facile partire a inizio stagione”.

E’ la Lazio migliore degli ultimi anni?
“E’ una squadra forte. Può giocare con due attaccanti e Milinkovic e Luis Alberto mezzali. Riesce a portare tanti uomini in area, ha giocatori di valore e Igli Tare ha fatto un grande lavoro. Ha fatto un bel mix di giocatori. L’anomalia nella Lazio era lo scorso anno. Ha una rosa incredibile. Ha grandi meriti Inzaghi ed è una squadra fastidiosa. Quando pensi che sono morti ti lasciano tre giocatori davanti. Hanno tante alternative. Riescono a farti male con tante caratteristiche”.

 

Fonte foto: Instagram Napoli

COMMENTA L'ARTICOLO