Lazio-Hellas Verona 1-2: le parole degli allenatori

Lazio-Hellas Verona
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Il Verona espugna l’Olimpico e ottiene un altro grande risultato. Dopo la vittoria contro l’Atalanta, il Verona di Juric batte anche la Lazio.

Decisiva la rete di Tameze su un pasticcio della difesa biancoceleste. Lazio trovatasi sotto di una rete alla fine della prima frazione di gioco, a causa di un autogol di Lazzari. Nella ripresa il pareggio con un bellissimo gol di Caicedo per, come già detto, arrivare al 1-2 messo a segno da Tameze. Nel finale un grande Silvestri evita il pareggio su un tiro deviato di Andreas Pereira.

Tre punti importanti per il Verona che sale a quota 19 in classifica, occupando momentaneamente il sesto posto. Lazio che rimane all’ottavo posto a quota 14 punti. Al momento la zona Europa dista cinque lunghezze. Erano 35 anni che i veronesi non battevano la Lazio in trasferta.

Lazio-Hellas Verona 1-2 : le parole di Silvestri

Ha parlato così Silvestri ai microfoni di DAZN: “E’ stata una grande prestazione, abbiamo preso tre punti fondamentali“.

Il mister ha messo le cose in chiaro, ci ha dato un’identità. Il mister è un pò il nostro portabandiera, noi siamo lì appiccicati. Al momento dobbiamo fare più punti possibili“.

Le parole di Juric

Sulla partita: “Abbiamo fatto una buona partita. Eravamo concentrati nel concedere poco e pressare tanto. Potevamo fare più gol. Forse siamo stati  facilitati dal fatto che la Lazio è reduce dalla Champions League“.

Su Lovato: “Per i ragazzi come Lovato non è facile conciliare le prestazioni con le voci di mercato. I primi 10 minuti  ha giocato male ma poi ha fatto molto. Ha le caratteristiche per diventare un grande difensore“.

Sulle ottime prestazioni contro le big: “Penso che in questo momento non giochiamo ancora al meglio. Abbiamo migliorato alcune cose ma altre meno. Quando giochi con le grandi, loro vogliono proporre e tu ti organizzi di conseguenza“.

Dobbiamo essere sempre compatti e aggressivi. La voglia di sacrificarsi deve essere alla base di tutto“.

Parla Inzaghi

Sulla prestazione: “Non ricordo parate di Reina. Alcune disattenzioni e alla fine i due gol ce li siamo fatti da solo. Nel campionato italiano ogni partita è complicata. Questo è un campionato strano, risentiamo dell’assenza dei tifosi. Dovevamo essere più lucidi nelle scelte. Ora dobbiamo recuperare in vista di martedì“.

Sulla partita contro il Benevento: “Sarà bello affrontare Pippo. Noi avremo meno tempo di loro per preparla. Le condizioni di Acerbi le conosceremo solo nei prossimi giorni. Ha accusato un risentimento muscolare“.

Sulla mancanza di Luis Alberto: “Ci si deve abituare alle assenze, giocando così spesso possono capitare queste cose. C’è qualche speranza di riaverlo per martedì. Abbiamo molti giocatori importanti fuori. Tanti sono stanchi e manca la lucidità. Dobbiamo cercare di recuperare qualche punto“.

 

FOTO: PROFILO TWITTER HELLAS VERONA FC

COMMENTA L'ARTICOLO