Kessiè-Milan: la firma arrivò nello sgabuzzino di un hotel in periferia

Fonte foto: Logo Milan

SEGUICI SU

Il sito Grand Hotel Calciomercato ha svelato dei retroscena sulla trattativa che hanno portato Franck Kessie dall’Atalanta al Milan.

I dirigenti del Milan dell’epoca, Fassone e Mirabelli, chiesero il centrocampista ai bergamaschi, che però avevano già trovato l’accordo con la Roma. I conti del club rossonero non consentivano spese folli, ma Kessiè era l’obiettivo primario della scoietà milanese. L’ivoriano non aveva ancora detto sì ai giallorossi e per questo decisero di provare il pressing e giocarsi il tutto per tutto. Alle dieci di sera, Mirabelli chiama l’agente del calciatore, Atangana, e si mettono d’accordo per incontrarsi in gran segreto all’una di notte in una sorta di sgabuzzino di un hotel in periferia, per non dare nell’occhio. Kessiè, ad un passo dall’addormentarsi, firma il contratto con i rossoneri, che il giorno dopo tornano da Percassi con il contratto firmato e viene formalizzata la cessione in prestito biennale con obbligo di risvcatto per 28 milioni di euro.

FONTE: www.grandhotelcalciomercato.com

 

LEGGI ANCHE: Gyasi:”Contento per il gol con il Sassuolo, ma a me entusiasma anche l’assist”

LEGGI ANCHE: Abreu ad un passo dalla sua trentesima squadra in carriera: l’Athletic Club in Brasile

COMMENTA L'ARTICOLO