Foto: logo Juventus

L’ex giocatore della Juventus ha espresso il suo pensiero riguardo la possibilità che i bianconeri non si qualifichino per la Champions League.

Il quarto posto per la Juventus, alla luce dei risultati del turno infrasettimanale, si fa sempre più difficile da raggiungere. A tal proposito si è voluto esprimere l’ex giocatore bianconero Roberto Tricella, che nel suo intervento ai microfoni di TMW Radio, si è soffermato sulle conseguenze della possibile mancata qualificazione alla prossima Champions League. Queste le sue dichiarazioni.

Sull’effetto di vedere la Juventus in queste condizioni: “Quell’anno siamo arrivati agli spareggi col Torino o per la prima volta non ci saremmo qualificati a una coppa dopo anni. Sarebbe stata una cosa pesante, è un po’ quanto sta succedendo adesso, e poi alla Juventus di Maifredi. Quando sei in certe squadre la prerogativa è vincere, se arrivi secondo l’annata sembra fallimentare e di conseguenza ti prendi le critiche del caso. Vero che a vincere è una squadra soltanto, ma non arrivare in Champions potrebbe essere difficile da digerire e imbarazzante per quanto successo con la Superlega. I tifosi della Juve però devono ricordarsi che vincevano da 9 anni il campionato… Gli altri che dovrebbero dire? Il merito gli va dato, un’annata del genere può starci”.

Sulla Superlega: “Quello che mi ha sorpreso di più è come sia stato venduto il progetto a livello mediatico: è la cosa che di solito viene più curata e invece sono sembrati dei dilettanti allo sbaraglio. Mi viene quasi da pensare che non sia possibile che dei dirigenti di top club affrontino la situazione con tale superficialità. Di solito poi si fanno mille sondaggi di mercato, ma quelli di Goldman Sachs no?”.

Fonte dichiarazioni: Tuttojuve.com.

Potrebbe interessarti anche: il brutto episodio che ha coinvolto il figlio di Costacurta e la polizia.

Articolo precedenteMilan, Tonali si allena a parte: Pioli spera nel recupero entro domenica
Articolo successivoMilan, Bucciantini esalta i rossoneri: “Sono una squadra di grandissima mentalità”