Juventus-Milan, Leonardo: “Comportamento arbitro inadeguato nei nostri confronti”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

La Juventus batte il Milan al termine di una partita molto tirata che avvicina ulteriormente i bianconeri alla conquista del loro ottavo scudetto consecutivo.

 Primo tempo equilibrato sbloccato dal pistolero

Partenza fortissima della Juventus, ma prima occasione per il Milan. Piątek sfiora il gol di testa su cross di Suso, partito in contropiede al 2′ minuto. Dopo i primi minuti a ritmi piuttosto alti, la partita si fa più bloccata. La Juve si assesta nel progressivamente con il suo 3-4-1-2 che prevede De Sciglio nel trio dei difensori centrali. I bianconeri, però, al 24′ perdono Can costretto ad uscire per un problema fisico. Al suo posto rientra Sami Khedira dopo lo stop di due mesi per il problema cardiaco. Al 36′ episodio dubbio in area di rigore juventina: su cross di Çalhanoglu tocco con il braccio di Alex Sandro nel tentativo di intercettare il pallone. L’arbitro assegna calcio d’angolo dopo essersi consultato al VAR. L’equilibrio si rompe al 40′: pressing di Bakayoko su Bonucci e palla che arriva a Piątek, il quale calcia a giro sul secondo palo e trafigge Szczęsny. La Juve reagisce nel recupero con una rovesciata di Mandzukic (miracolo di Reina) e un paio di conclusioni con Dybala. Si va al riposo sull’1-0 Milan.

 I bianconeri la ribaltano nel secondo tempo

Rossoneri in fiducia anche nei primi minuti della ripresa. Al 6′ ancora Piątek impegna Szczęsny con una gran conclusione. Il Milan sfiora più volte il raddoppio, ma al 14′ Musacchio  stende Dybala in area. Calcio di rigore per la Juve trasformato dall’attaccante argentino al quarto d’ora e 1-1. La squadra di Gattuso non si abbatte e centra due volte l’esterno della rete, prima con Borini al 20′ e poi con Çalhanoglu due minuti dopo su punizione. La partita diventa vibrante e la Juventus dopo il pari cresce molto e crea un paio di occasioni nitide. Gli sforzi dei bianconeri vengono premiati al 38′. Pjanic intercetta un passaggio di Calabria e serve Kean (entrato al 21′ per Dybala) che calcia in diagonale e segna il 2-1. Il Milan non si arrende in un finale a nervi tesi, ma non trova il gol. Per i rossoneri continua così la maledizione dello Stadium.

Le parole di Allegri e Gattuso nel post gara

Allegri: «Era importante vincere oggi perché è sempre un Juventus-Milan. È stata una bella partita, noi abbiamo fatto meglio nel secondo tempo. Nel primo eravamo arrangiati in campo, sapevo che potevamo avere difficoltà nel secondo tempo l’abbiamo sistemata.». Per il Milan si è presentato ai microfoni di Sky il DS Leonardo che ha dichiarato: «Il rigore mi sembra netto. Siamo dispiaciuti per la prestazione della squadra, è un peccato uscire con 0 punti per degli errori arbitrali così. Il comportamento dell’arbitro è stato inadeguato nei nostri confronti.». Su Gattuso:«Il nostro lavoro è molto chiaro da sempre. Ci conosciamo da vent’anni e non c’è mai stato un momento in cui abbiamo pensato di cambiare. Il nostro rapporto è sempre stato molto diretto.»

COMMENTA L'ARTICOLO