Juventus-Lecce: 4-0. Sarri: “Pjanic al Barcellona? Non ne so niente”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Juventus: nel primo tempo fatica, nel secondo dilaga

Si conclude per 4 a 0 l’ anticipo tra Juventus e Lecce. I pronostici davano la Juventus favoritissima, ma da come è iniziata la partita sembra che i padroni di casa vadano a rilento. Gli ospiti non si fanno intimorire e non sfigurano giocando dignitosamente, ma al minuto 32 Lucioni si fa espellere e cambia la partita. Fino al primo tempo il Lecce tiene, ma nel secondo tempo con i cambi la Juventus domina la partita. I padroni di casa collezionano occasioni su occasioni e al minuto 53 Dybala la sblocca con un fendente all’ incrocio. 10 minuti dopo Ronaldo raddoppia su rigore, l’ ultima mezz’ ora è un monologo juventino dove Higuain e De Ligt ne fanno uno a testa.

Le parole di Maurizio Sarri: “Abbiamo fatto tanta fatica nella prima parte, ho visto una bella mentalità: anche a partita chiusa abbiamo attaccato. È una cosa che mi piace molto. Giocando ogni tre giorni sono normali questi approcci, poi la superiorità numerica ci ha aiutato, gli avversari sono calati. Dobbiamo pensare a noi, mi è piaciuta molto la mentalità. Pensiamo a noi stessi”. Gonzalo ha passato un momento difficile a livello personale e globale. Gli ha lasciato un segno forte addosso. Quando è tornato ha avuto questo piccolo infortunio, ma sono contento del suo gol. Ci darà tanto nella parte finale della stagione. “L’atteggiamento dei due centrali è stato di livello. Hanno fatto una partita difendendo in avanti, i centrocampisti non è che hanno fatto male ma hanno sofferto dal punto di vista fisico. È stata una serata calda. Bentancur ci ha dato la carica, Pjanic ha fatto la partita in crescendo. La sostituzione di Rabiot è stata soltanto tattica.

Douglas Costa?
“È un’arma straordinaria, ti può stravolgere la partita”.

Pjanic giocherà in un’altra squadra. Quanta pressione avrà?
“Io non lo so se non giocherà più con la Juventus, io non ho ricevuto comunicazioni. Non ci interessa, il mercato inizia a settembre: spero che possa rimanere con noi fino alla fine, il ragazzo non avrà nessun tipo di ripercussione. È un ragazzo intelligente, capisce molto velocemente le situazioni. Non so niente al momento, ma non ho nessuna preoccupazione”.

Fonte foto: @Juventus

COMMENTA L'ARTICOLO