Juventus-Fiorentina 0-3. Prandelli: “Vista la sfacciataggine che volevo”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Le parole di Cesare Prandelli dopo il trionfo della sua Fiorentina contro la Juventus a Torino.

Un entusiasta Cesare Prandelli ha parlato ai microfoni di Sky dopo la clamorosa vittoria in casa della Juventus. Ecco le sue parole.

“Per combattere e scacciare le paure devi essere sfacciato, era il momento e la partita giusta per farlo. Vorremmo regalare la partita di oggi ai tifosi perché stanno vicini a noi, soffrono con noi. Si dice che il lavoro paga, miglioreremo ancora sicuramente perché alcune situazioni non sono chiarissime ma godiamoci questa vittoria. Ovviamente c’è stata una componente di fortuna, due anni fa col Genoa sono rimasto in dieci cinque partite, so cosa vuol dire. Si è vista la sfacciataggine che chiedevamo”.

Ronaldo lasciato in fuorigioco: “Abbiamo lavorato poco, soprattutto su video: quando potremo dare continuità sul campo cresceremo ancora”.

Stasera un grande spirito: “Quando si parla di coraggio e sfacciataggine significa andare in area di rigore, altrimenti non servono. Abbiamo palleggiato meno, ed oggi è servito”.

Ha sentito Commisso? “Sì, era molto contento. Un italiano perfetto e sono davvero felice per lui, la prima cosa che ti chiede è sulla famiglia e sui ragazzi. Mi auguro che questa società possa creare una famiglia allargata”.

Contento per Vlahovic? In attacco serve altro? “Io continuerò a scommetterci perché si allena bene ed è determinato. Sono convinto che sia un grande giocatore, ricordiamoci che ha 20 anni. Se capisce meglio lo smarcamento finale potrà fare tanti gol”.

Cos’ha di speciale? “L’entusiasmo e la voglia di arrivare costruendosi un futuro importante. La base è straordinaria, e quando è così per un allenatore è più facile”.

Borja Valero sostituito perché graziato? “Avevamo tre ammoniti e non volevo rimanere in dieci. Ha fatto una gran partita, sono stati bravi gli interni, Amrabat e Castrovilli, ad aiutarlo molto. Quando ha tempi e possibilità in mezzo al campo è un professore”.

Cosa direbbe a Pirlo? “Gli ho fatto complimenti, ha dato filosofia di gioco e si vede nei movimenti della squadra, che lo segue. Deve lavorare, ma sicuramente lotteranno su ogni fronte”.

Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb

Foto: Twitter ufficiale Fiorentina.

 

COMMENTA L'ARTICOLO