Juventus-Fiorentina 0-3. Dominio viola a Torino, Pirlo: “Scesi male in campo. Milan e Inter favorite per lo scudetto”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

La Juventus subisce una sconfitta storica a Torino per mano della Fiorentina, che passeggia all’Allianz per 3-0.

Quando meno te l’aspetti, la Juventus viene annichilita e surclassata. I bianconeri subiscono una delle sconfitte più nette e clamorose della loro storia recente, battuti dalla derelitta Fiorentina che risorge nella serata più importante. Un 3-0 senza appello e senza storia, firmato da Vlahovic, l’autorete di Alex Sandro e dall’ex Caceres. Decisivo nel primo tempo il rosso a Cuadrado per un brutto fallo con il piede a martello. Per i bianconeri ora la classifica diventa difficile (potenzialmente domani potrebbe trovarsi a -10 dal Milan, seppur con una partita in meno), a conclusione di una giornata non facile, dopo la sentenza del CONI. Viceversa, per la Fiorentina può essere la svolta del campionato.

Le parole di Pirlo

“Quello che è successo nel pomeriggio non deve essere un alibi, siamo scesi male in campo e non per l’atteggiamento della Fiorentina ma per mancanza nostra. Quando è così vai incontro a certe brutte figure. Nelle partite prima di Natale capita di avere la testa alle vacanze, siamo entrati molli e rimasti in dieci era difficile da recuperare”.

Giudizio sull’arbitraggio? “Le immagini mi sembrano chiare, così come l’espulsione c’erano forse episodi a vantaggio nostro non dati ma non voglio commentarli”.

L’aspetto tattico? “Rimani in dieci e sotto di un gol, non c’è molto da discutere su tecnica e tattica. Anche nel secondo tempo abbiamo avuto una reazione ma gli episodi hanno fatto il resto”.

Le motivazioni se le devono trovare i giocatori? “L’allenatore le dà, in campo poi va la squadra. Capita di non essere al 100%, ma nel secondo tempo siamo entrati con la mentalità giusta: poteva andare meglio”.

Cosa serve per recuperare? “Ora c’è da andare in vacanza qualche giorno per recuperare le forze e ripartire con la stessa voglia per andare avanti. Abbiamo fatto partite buone ed altre meno, porteremo avanti il nostro progetto da gennaio in poi”.

Preoccupato? “No, perché tranne un po’ di mollezza generale non avevamo sofferto più niente fino agli ultimi minuti”.

Siete più forti di Inter e Milan? “Noi ci sentiamo forti, se sono più avanti significa che lo sono più di noi. Non nascondiamoci, se sono lì significa che sono le favorite”.

Cosa farete sul mercato? “Abbiamo già parlato e riparleremo con la società, valuteremo se aumentare la qualità o se inserire qualcuno in posizioni che possono servirci”.

Ruolo ben preciso in mente? “Ora valutiamo con calma in questi giorni, ci penseremo a mente fredda”.

Cos’ha detto a Bonucci? “La serata storta capita a tutti, fino ad ora aveva fatto grandi prestazioni. Può capitare a chiunque ma è il nostro capitano e abbiamo grande fiducia in lui”.

Cos’ha De Ligt? “Sembra un affaticamento, un po’ di stanchezza. Valuteremo meglio domani o nei prossimi giorni”.

Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb.

Foto: Twitter ufficiale Juventus.

COMMENTA L'ARTICOLO