Juventus, Dybala: “Voglio vincere la Champions con questa maglia. Orgoglioso di indossare la numero 10”

Paulo Dybala, attaccante della Juventus
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Paulo Dybala si è raccontato ai microfoni di Junior Reporter: “L’arrivo alla Juventus è stata un’emozione unica”

“Il mio sogno è vincere la Champions con la maglia della Juventus. Indossare questa maglia è un’emozione”. Queste le parole di Paulo Dybala, attaccante della Juventus, nell’intervista digitale concessa a Junior Reporter. Tanti i temi toccati, dall’origine del suo soprannome (la “Joya”) fino ad arrivare al sogno nel cassetto.

Il perché della “Joya”: Ha inventato questo soprannome un giornalista perché quando ero molto giovane dicevano che tante squadre italiane volevano prendermi e il mio valore era alto, quindi come quello di un diamante. Quello a cui sono affezionato di più era U picciriddu. A Palermo mi chiamavano così e la gente mi trattava in maniera incredibile “.

Sul trasferimento alla Juventus: Prima ho chiesto se era uno scherzo, in quel momento c’erano altre squadre che stavano chiamando ma ho detto subito al mio procuratore di chiudere alle altre telefonate e sentire solo quella della Juve. Da quando è arrivata la prima: non avevo più altro in meno“.

Sul numero 10: “C’è tanta responsabilità, lavoro ma sono orgoglioso di poter farlo. Da quando la Juve mi ha chiesto di indossare questo numero così importante per la storia di questo club, non è stato facile deciderlo perché sapevo cosa portava dietro ma al di là del numero, lo stemma davanti conta ancora di più ed è più difficile da portare perché dobbiamo essere pronti a dare il massimo per questa squadra“.

Il sogno nel cassetto: “Ne ho due. Uno poter vincere la Champions, ovviamente con la Juve e l’altro poter vincere il Mondiale con l’Argentina”.

Sul futuro: “Ancora non ho pensato a come sarà il mio futuro, penso che il lavoro di allenatore non è facile, è molto impegnativo e difficile. Piano piano sto conoscendo altri mondi e mi stanno iniziando a piacere altri mondi che non c’entrano con il calcio ma non so se saranno parte del mio futuro. Spero di giocare per altri dieci anni e a quell’età penserò a cosa fare dopo“.

LEGGI ANCHE: Kanté: “Amavo guardare video su Ronaldo il Fenomeno. Senza il calcio probabilmente avrei fatto il ragioniere”.

FOTO: Profilo Twitter Paulo Dybala

COMMENTA L'ARTICOLO