Juventus, Agnelli pronto a lasciare il club nonostante le smentite

Fonte foto: Profilo Twitter Juventus

Attaccato dalla stampa locale e dai principali esponenti delle istituzioni calcistiche, Andrea Agnelli si è ritrovato ad essere il nemico pubblico di tutti gli amanti del calcio meritocratico e romantico. Ha staccato il telefono dopo le dimissioni da presidente dell’ECA, ma il suo “colpo si Stato” come lo ha definito l’allenatore del Sassuolo non è andato a buon fine. Anzi, la situazione sembra farsi più difficile per il presidente bianconero, il quale dovrà fare i conti con un progetto Superlega che è stato momentaneamente accantonato dai club che poche ore prima gli avevano giurato fedeltà.

Al momento, Agnelli è circondato dai suoi nemici: dai presidenti dei club di A fino ai principali esponenti politici. Le difficoltà economiche legate al bilancio della Juventus e i rapporti non idilliaci con il cugino John Elkann, potrebbero portare ad un cambio di gestione: dopo il fallimento della Super League, Agnelli potrebbe lasciare il suo ruolo da presidente della Juventus e verrebbe sostituito da Alessandro Nasi, manager di altissimo livello nonché cugino dello stesso Andrea. Oltre a questi fattori, pesa sull’attuale presidente bianconero la scelta di aver affidato la guida della squadra ad un allenatore inesperto come Andrea Pirlo, destinato a lasciare la panchina a fine stagione dopo aver raccolto un distacco abissale dall’Inter di Conte.

Fonte sportmediaset.it

LEGGI ANCHE:Serie A, Cairo: “Ho grande stima per Scaroni, ma deve dimettersi da consigliere. Vale lo stesso per Marotta”

LEGGI ANCHE:Super League, Agnelli: “La Superlega sarà un successo. Vogliamo creare la competizione più bella al mondo”

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads