Juve-Torino, maledizione granata. Pirlo:”Meglio vincere da allenatore”

Juve-Torino
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Juve-Torino, secondo Derby della Mole in tempo di Covid si conclude con un’altra rimonta subita dai granata e una vittoria sofferta per la Juventus.

Juve-Torino: i granata la sbloccano nei minuti iniziali

Il Derby si sblocca dopo appena 8 minuti con  il vantaggio granata firmato da Nkoulou su sugli sviluppi di un  corner battuto da Ansaldi. La reazione bianconera è tanto prevedibile quanto sterile. Anzi, i bianconeri rischiano di prendere lo 0-2 in due contropiedi in campo aperto: nel primo di Zaza, miracoloso Szczęsny mentre nel secondo è prodigioso l’intervento di de Ligt su Linetty. Il primo tempo di Juve-Torino si conclude sullo 0-1 per il Toro.

Juve-Torino: i bianconeri la rimontano nei minuti finali

Lo spartito non cambia molto nella ripresa. Alla Juventus viene annullato un gran gol a Cuadrado per fuorigioco di Bonucci. La Juventus si affida al suo solito possesso palla, sempre sterile di fronte ad una linea difensiva del Torino alquanto ermetica. Il colombiano sarà protagonista al 77′ con il cross per il neo entrato McKennie che colpisce di testa per l’1-1. Assalto bianconero che all’89’ porta alla rimonta con l’incornata di Bonucci ancora su cross di Cuadrado. Un gol che cala virtualmente il sipario su Juve-Torino e continua la maledizione granata. Il Toro subisce ancora una rimonta.

Pirlo e Giampaolo nel post partita

Così l’allenatore del Torino Marco Giampaolo nel post gara di Juve-Torino ai microfoni di Sky SportNon posso commentare quello che è stato in altre gare. Abbiamo perso per alcuni dettagli oggi. Abbiamo giocato come dovevamo giocarla. C’è stato un errore dietro l’altro. Nei 95 minuti abbiamo commesso errori nella gestione della palla. Zaza? Non voleva uscire.» Sulla difesa:«Oggi abbiamo subito 3-4 tiri, la linea difensiva ha fatto molto bene. il problema è che abbiamo una percentuale alta di gol subiti in proporzione ai tiri in porta. Lukic? La mia è una squadra che non ha caratteristiche nel palleggio, ma è più portata alla ripartenza. Lukic ha queste caratteristiche.»

Queste invece le parole dello juventino Andrea Pirlo al suo primo derby sulla panchina:«Più bello vincere il derby da allenatore. Nel primo tempo non siamo riusciti ad essere aggressivi e siamo andati in difficoltà, non eravamo aggressivi. Nel secondo tempo abbiamo cambiato marcia, ci abbiamo messo anche cuore e grinta. Dybala e Kulusevski? Mi aspetto di più da tutti. Cuore? Viene in concomitanza con quello che sviluppi in campo. Quando non riesci ad arrivare con il gioco, devi arrivare con qualcos’altro.» Su Cuadrado:”È un giocatore di grande esperienza, abituato a queste partite. Chiesa fino a qualche mese fa non aveva mai giocato una partita in Europa. Bilancio dei primi mesi? Sono soddisfatto nella gestione del gioco, mentre non sono soddisfatto dall’altalena di risultati altalenanti. Su questo tasto dobbiamo migliorare.Se non metti voglia e tenacia non basta avere giocatori forti in campo.»

 

FOTO: Juventus FC Twitter.

Leggi anche: Pirlo: “Il Derby sarà una partita emozionante”

COMMENTA L'ARTICOLO