Juve, Marchetti: “Bisognava prendere Haaland e Hakimi. Invece vengono preferiti parametri zero con stipendi altissimi”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Le parole dell’ex calciatore sulla Juventus a Radio Bianconera

Il cammino della Juve di Pirlo ripartirà contro gli altri bianconeri della Serie A, cioè l’Udinese di Gotti. Una partita insidiosa e importante per i campioni d’Italia, date le difficoltà dell’ultimo periodo. L’ex giocatore di Udinese e Juventus Alberto Marchetti ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sulla partita e sul momento delle “Vecchia Signora” :

“La sconfitta contro la Fiorentina? Sicuramente c’è da rivedere qualcosa, magari a livello psicologico non sono entrati con la giusta concentrazione, c’è fragilità nel gruppo a livello mentale. È stata comunque una prestazione inspiegabile, anche perché a Parma si era vista un’ottima Juventus. Il centrocampo della Juventus? Ultimamente lascia un po’ a desiderare, ci sono giocatori buoni, ma non sono ottimi. Io sono contrario al fatto che si possa giocare con più moduli, bisogna sceglierne uno e prendere giocatori adatti a quel modulo. Ad esempio Bentancur è un ottimo giocatore ma non può giocare a due. Da uno come Rabiot mi aspettavo di più, dovrebbe essere una mezzala da 6-7 gol all’anno. È un buon centrocampo con buoni giocatori, ma è una squadra che non ha un collettivo”.

Sul mercato: “Sono due anni che la Juve ha bisogno di un terzino sinistro. Poi serviva un attaccante, questi sono giocatori che continuano a servire. Bisognava prendere Haaland e Hakimi, oggi invece si guarda più a prendere giocatori svincolati che poi paghi tantissimo di ingaggio”.

LEGGI ANCHE:

Il Secolo XIX, Genoa: la Juventus piomba su Scamacca

Gentile (Il Giornale): “La Juventus è in difficoltà: è Pirlo l’uomo in meno del 2020”

Fonte foto: Ramsey Instagram

Fonte dichiarazioni: TuttoJuve

COMMENTA L'ARTICOLO