Internazionali di nuoto: Sette Colli

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

La 55° edizione degli Internazionali di nuoto, meglio conosciuti, Sette Colli, che si è svolta nella splendente e amata piscina del foro italico in quest’ultimo weekend a Roma. Questo meeting è il più importante in Italia in cui si riuniscono atleti da tutto il mondo ed è anche l’ultimo test ufficiale per l’Europeo di Glasgow. Insomma tra i tanti campioni presenti come Federica Pellegrini, Yulia Efimova, Govorov, Proud, Adam Peaty spicca l’ottima prova di Gregorio Paltrinieri nella sua gara regina i 1500 metri stile libero, lui stacca di molto i suoi avversari e solo il lucano Domenico Acerenza riesce a tenere per metà gara il suo passo, però nella parte finale perde metri e quindi “Greg”, come lo chiama il caloroso pubblico del Sette Colli, vince questa gara con il tempo di 14:49.32. Spicca anche l’ucraino Govorov che spacca tutto nei 50 farfalla e straccia Proud che aveva vinto la gara dei 50 stile libero con un grande tempo di 21.16. Ma torniamo all’ucraino che fa crollare il record dello spagnolo Perez con un crono di 22.27. Parliamo ora delle donne, in particolare della bandiera italiana del nuoto Federica Pellegrini che delude nei 50 stile libero non qualificandosi per la finale, ma si rifà nei 100 stile libero qualificandosi per la finale del pomeriggio, però arrivando solo quinta. La russa Yulia Efimova si butta alle spalle le accuse di doping e grazie alla sua tecnica fenomenale vince le gare dei 50 rana e dei 100 rana, invece in campo maschile è Adam Peaty a comandare nella rana con la vittoria dei 50 e 100 rana e l’italiano Scozzoli arriva sul podio, ma solo medaglia di bronzo. In questo meeting sono stati infranti alcuni record italiani femminili e nei giovani emerge la prestazione fantastica del classe 2001 Burdisso che arriva terzo nei 100 farfalla, dietro solo a due campioni come Le Clos e Guy, rispettivamente primo e secondo. In conclusione questo test per l’Europeo ha fatto emergere un bilancio positivo per l’italia e prospetta ottimi risultati per l’Europeo di Glasgow.

COMMENTA L'ARTICOLO