Serie A, Sassuolo-Inter 0-3. Conte: “Siamo pronti a dare sempre il 100%. Oggi una grande vittoria”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Nel primo anticipo della 9^ giornata di Serie A, l’Inter batte 0-3 il Sassuolo al Mapei Stadium di Reggio Emilia.

Prova convincente dell’Inter che batte 0-3 il Sassuolo nel match di questo pomeriggio valido per la 9^ giornata di Serie A. I nerazzurri la sbloccano subito, al 4′ grazie a Sanchez. Raddoppio al 14′  con Chiriches protagonista di un autogol. Partita chiusa nella ripresa con Gagliardini che al 60′ fissa il punteggio sullo 0-3.

Al termine del match Conte e De Zerbi sono intervenuti ai microfoni di Sky Sport.

Conte: “Cerchiamo sempre di dare il meglio, a volte non ci riusciamo e altre sì. Ma diamo sempre il 100%, quindi l’importante è che si esca dal campo sempre con la maglia sudata. La partita è stata preparata in una determinata maniera anche perché bisogna rispettare l’avversario. Barella è la prima volta che gioca lì, aveva anche il compito di alzarsi in determinante situazioni. Una bella vittoria. Periodo difficile? All’Inter non si vede l’ora a prescindere di buttare addosso negatività su tutto l’ambiente. Dobbiamo esserte bravi, ermentici, continuare a lavorare sapendo che c’è gente che non vede l’ora di buttare non dico cosa… Io di squadre ne ho allenate ma vedere questo accanimento a prescindere in tutte le situazioni diventa difficile per i giocatori dare il meglio. Loro sono bravi, siamo un fronte unico e certe situazioni ci devono dare più forza.”

De Zerbi: “Siamo caduti dopo nove partite, abbiamo preso i primi due gol in maniera brutta per noi, siamo stati molli e poco concentrati. Chiaramente se prendi due gol così contro l’Inter diventa dura, poi l’Inter oggi stava bene. Il fatto di cadere non ci deve far perdere l’entusiasmo, stiamo cercando di alzare un po’ l’asticella e capita di perdere. Il quarto posto? Se noi fissiamo un obiettivo sbagliamo, sorpassare le prime sette vuol dire che una di loro buca e che noi facciamo tutte le cose perfette. Capita di trovare degli alti e bassi visto che stai crescendo, è un discorso globale che parte da tutti. Non dobbiamo neanche fasciarci troppo la testa, per diventare grandi o cercare di farlo capita di cadere, soprattutto quando trovi le grande squadre. Capitano queste giornate, a me ne sono capitate già parecchie. Assenza di coraggio? Credo che invece siamo stati coraggiosi . A volte abbiamo pressato fin troppo alto, come nel terzo gol come quando abbiamo perso un contrasto. Djuricic e Raspadori non sono ancora al meglio, ma per noi sono determinanti. I tanti palloni persi? Chiriches si è fatto intercettare la palla e poteva passare da Ferrari per andare da Rogerio. Andare sotto dopo 13 minuti di due reti ha indirizzato la partita

 

Foto: Profilo Twitter Be Foot

COMMENTA L'ARTICOLO