Inter, Lukaku: “Gioco come Shaquille O’Neal. Pronto a combattere per Conte”

Fonte foto: Profilo Twitter Romelu Lukaku

É stato l’uomo della volata scudetto interista, l’attaccante belga Romelu Lukaku ha contribuito a suon di gol e sportellate al diciannovesimo titolo dell’Inter, diventando un vero e proprio leader indiscusso dello spogliatoio. I tifosi nerazzurri avevano grandissime aspettative su di lui quando arrivò a Milano per sostituire Mauro Icardi: eppure, il primo a volersi affidare alle doti del gigante belga è stato Antonio Conte. In una sua intervista rilasciata a La Tribune su RTF, Lukaku ha parlato del suo rapporto con il tecnico salentino:

“Non sono riuscito a raggiungerlo quando allenava al Chelsea ma ho sempre pensato che, in caso di addio al Manchester United, avrei giocato con lui. Mi ha spiegato in modo chiaro che se non avessi lavorato sodo in allenamento, non avrei giocato e l’importanza di giocare spalle alla porta. É importante lavorare con persone che ti dicano la verità e lui è una di quelle: combatterò fino alla morte per lui.”

Infine, Lukaku spiega com’è migliorato rispetto all’anno scorso: “Sono migliorato grazie ad un macchinario che manda palloni a 30-40 km all’ora. Io devo girarli verso i miei compagni: prima arrivavo sempre con un attimo di ritardo, ora anticipo di due secondi il difensore. Gioco un po’ come Shaquille O’Neal. Sono migliorato a livello mentale e se non hai questo scatto di mentalità a 27-28 anni, non succederà più in carriera. Puoi segnare 500 gol, ma se non vinci un titolo è inutile. Spero che questo scudetto apra un ciclo vincente per l’Inter.”

Fonte: tuttomercatoweb.com

LEGGI ANCHE:Scudetto, c’è solo l’Inter: solo la Lotta Champions rende vivo il campionato

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.