Inter-Cagliari 1-1, Lautaro e Nainggolan poi scintille. Stellini: “Lautaro…”.

L’Inter pareggia ancora, questa volta lo fa nel match delle 12:30 contro il Cagliari di Maran dopo che nel match di Coppa Italia i nerazzurri si imposero con un netto 4-1.

La partita la sblocca il solito Lautaro Martinez con un colpo di testa al 29′ dopo il perfetto cross pennellato di Ashley Young (buona la prima apparizione in nerazzurro). Anche nella ripresa tante le occasioni sciupate dagli uomini di Conte specialmente con Lukaku e Sensi.

A ristabilire la parità ci ha pensato l’ex Radja Nainggolan al 78′ con una botta da fuori che si infila nell’angolino basso dopo la deviazione beffarda di Bastoni.

Nel finale incandescenza pura con l’espulsione di Lautaro Martinez per proteste dopo un fallo non fischiato, la reazione eccessiva dell’argentino potrebbe costargli una doppia squalifica (Udinese e Milan).

Nel post partita visto il finale molto movimentato il Tecnico Antonio Conte ha deciso di disertare la conferenza post-gara al suo posto ha parlato il vice Stellini.

“L’unica cosa che non ha funzionato è stato il finale, c’era troppa tensione.Dobbiamo essere intelligente e imparare dalle nostre esperienze per essere proiettati nel futuro. Questa gara non chiude i giochi”.

Espulsione Lautaro: “Non spetta me dare giudizi sui singoli, non li ho visti tutti. La reazione di Lautaro è stata eccessiva, ha sbagliato, per noi è importante e abbiamo bisogno di lui. Ora ci aspettiamo di perderlo solo per un turno, per Sanchez potrebbe essere una grande occasione”.

LE PAROLE DI SAMIR HANDANOVIC

“Sicuramente non abbiamo pareggiato per colpa dell’arbitro, ci siamo lamentati solo perché non è stato fischiato nessun fallo per i nostri attaccanti invece per loro sì. Non incolpiamo l’arbitro per il nostro pareggio, dobbiamo cercare di chiudere le partite prima e in quel caso non si sarebbe parlato di tutto questo”.