Inter, Ausilio: “Mourinho alla Roma sposterà tantissimo. Eriksen un professionista pazzesco”

Fonte foto: Logo Inter
RICEVI LE ULTIME NEWS

Il direttore sportivo dell’Inter, Piero Ausilio, ha parlato della stagione dei nerazzurri ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole:

“Oggi ci siamo ritrovati ad Appiano dopo due giorni di riposo per festeggiare tutti assieme. E’ stato un percorso difficile, non è mai facile quando cambi tre proprietà in pochi anni. Nel periodo Zhang il tempo è stato quello giusto, abbiamo riorganizzato la società in pochissimo tempo. Negli ultimi due anni abbiamo poi ridefinito il percorso e lo abbiamo reso vincente con l’arrivo di Conte. Per come era finita la passata stagione, sentivo delle sensazioni positive, per quello che era stato il nostro lavoro. Era già stato un anno positivo, e da lì dovevamo ripartire”.

Adesso arriva la parte difficile: confermarsi

“Intanto adesso ci godiamo un po’ di riposo, ma la nostra stagione non è finita. Abbiamo ancora quattro gare, dobbiamo onorare il campionato e chiudere al meglio la stagione. Poi avremo il tempo di programmare il futuro. Ora ci godiamo il successo, sperando di poterlo condividere con i nostri tifosi nel modo adeguato nei prossimi giorni. Per il resto, dovremo essere capaci di mantenere la qualità della squadra, con un occhio all’aspetto finanziario”.

Spalletti e Conte: 

“Non dimentico le persone con cui ho lavorato. Con Spalletti è partito il percorso di rinascita, anche a livello europeo. Conte è uno che porta tutto all’eccesso, un valore aggiunto. All’inizio di questa stagione c’erano tante squadra in lizza, e Conte ha fatto la differenza. Se fosse stato su un’altra panchina, magari lo scudetto sarebbe andato da un’altra parte. Qualsiasi squadra deve essere organizzata e strutturata partendo dall’allenatore, e solo un grande allenatore come lui poteva gestire tutte le pressioni che abbiamo avuto in questi anni”.

Ora va definito anche il futuro di Conte:

“Non penso ci sarà un meeting ufficiale, ci saranno degli incontri come in tutte le società. Lo faremo anche noi, magari in un modo più riservato”.

Mourinho alla Roma:

“Sposterà tantissimo, farà bene nell’ambiente giallorosso. E ci sarà un ritorno positivo anche per tutto il nostro calcio. Come parte di un sistema, sono molto felice che sia tornato in Italia”.

Il capitolo rinnovi?

“Molto è già stato fatto, in realtà. Soprattutto nel caso di Bastoni, dove l’accordo va solo formalizzato. Non cambia nulla aspettare 10 o 15 giorni. Dopo il progetto finanziario che il club ci illustrerà, andremo a definire i vari casi”.

Situazione Lautaro:

“Eravamo a buon punto per il rinnovo, ma il fatto che abbia cambiato gli agenti ci mette nelle condizioni non dico di ricominciare da capo, ma quasi”.

La svolta di Eriksen:

“E’ un professionista pazzesco, ha sorpreso anche noi. Non è mai facile arrivare in Serie A, l’impatto con un nuovo ambiente, col sistema di gioco. C’ha messo un po’, ma siamo molto felici di poter commentare il valore del ragazzo e tutto quello che ha dato alla squadra per la conquista dello scudetto”.

Fonte: TuttoMercatoWeb

Leggi anche: Inter, Fresi: “Scudetto importante per interrompere il ciclo Juve, ma per l’Europa serve di più”

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.