Gravina:”Spero di riaprire gli stadi già quest’estate”

Gravina parla dell'apertura degli stadi
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Il calcio riparte, la road map di Gabriele Gravina

Gabriele Gravina si prepara a far ripartire il sistema calcio. Con la Serie A che riprenderà tra poco più di una settimana, il presidente della FIGC prepara una road map per la ripresa di tutti i campionati professionistici italiani. Oltre a ciò, c’è anche un’altra questione a cuore del presidente federale, ossia la riapertura degli stadi al pubblico.

Gravina:”Mi auguro di poter riaprire gli stadi già in estate”

In una intervista concessa a “Il Mattino”, il numero uno della Federcalcio ha parlato della questione relativa agli stadi, auspicando una riapertura almeno parziale delle strutture sportive ai tifosi già per quest’estate ovviamente sperando in un continuo miglioramento dei dati sull’epidemia di Covid-19 nel paese. Un’ipotesi che Gravina definisce «Una straordinaria iniezione di fiducia e di entusiasmo».  Entusiasmo conquistato anche con la decisione di riprendere il campionato.

L’orgoglio per la ripresa del campionato

Oltre alla questione specifica degli stadi, il Presidente della FIGC si è soffermato sulla questione della ripresa dei campionati, non nascondendo un pizzico di orgoglio per le decisioni prese in un momento così complicato:«È stata una grande soddisfazione, un risultato eccezionale non tanto per me, ma per il calcio. Con fatica e determinazione ho svolto un compito che richiedeva forte senso di responsabilità, ciò che mi impone il mio ruolo. Andare oltre gli interessi di parte è stato complicato ma necessario», ha dichiarato Gravina. Certo, ora ancor più complicato sarà portare a termine i campionati, data la situazione ancora nebulosa sull’evolversi della pandemia e i protocolli ancora molto rigidi. Tuttavia rimane il successo politico della Federazione che è riuscita a trovare uno spiraglio in una situazione estremamente difficile, non solo per il calcio. Un indiscutibile trionfo della volontà di Gravina e del fronte delle società che si sono schierate per la ripresa.

FOTO: FIGC Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO