Gravina: “Calendario sfalsato? Buona idea per il futuro”

Gabriele Gravina, presidente della FIGC
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Gabriele Gravina ai festeggiamenti per i 60 anni della Lega di Serie C

Il Presidente della FIGC, Gabriele Gravina, è intervenuto oggi a Firenze in occasione dei festeggiamenti per i sessant’anni della Lega Serie C. Il Presidente del massimo organo calcistico italiano, che è stato anche Presidente proprio della Lega di Serie C (ex Lega Pro), ha parlato però anche di altri temi inerenti al calcio italiano. Ecco alcuni passaggi significativi dell’intervista rilasciata ai microfoni di Sky Sport a margine dell’evento.

La Serie C, la Nazionale e il settore giovanile

Gravina ha parlato, tra le tante cose, della Lega Pro, definita «un luogo di grande formazione». Sulla Nazionale e sull’operato di Roberto Mancini ha detto:«Si sta tornando a parlare in modo positivo della Nazionale. L’Italia deve dettare i ritmi del gioco e dei risultati che sono fondamentali per continuare a generare entusiasmo. Grande merito va al CT Mancini e al Club Italia» Un accenno, poi, al tema dei settori giovanili che, secondo il numero 1 della FIGC sono «un investimento e non più un costo».

Gravina e i calendari sfalsati

Altro tema di particolare interesse affrontato dal Presidente Gravina è stato quello relativo alla proposta dei calendari sfalsati che è stata al momento archiviata dalla Lega di Serie A:«In altri campionati già avviene, la Lega Serie A ha pensato a questa idea e spero possa realizzarsi in futuro. L’importante è ovviamente sorteggiare tutto prima del campionato.», ha aggiunto Gravina. Intanto la cosa certa è che i calendari per la Serie A 2019/2020 saranno presentati il 29 o il 30 luglio a Milano presso la sede di Sky. La data sarà definita in base alla disponibilità degli studi televisivi della pay-tv di Rupert Murdoch. Per i calendari sfalsati ci sarà un’altra occasione e forse in un futuro nemmeno troppo lontano.

Tags:
COMMENTA L'ARTICOLO