Gentile: “E’ una Juve che convince, ma in Champions può succedere di tutto. Sulla nazionale…”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Claudio Gentile, intervenuto ai microfoni di RBN, ha parlato di Juve ma non solo. Lo storico difensore bianconero ha commentato l’avvio di stagione della squadra allenata da Maurizio Sarri, soffermandosi anche sulle prestazioni di alcuni singoli come De Ligt e Cuadrado. Il campione del mondo 1982 ha poi parlato anche della nazionale, sembrando soddisfatto dell’operato di Mancini e della crescita di alcuni giovani azzurri.

Cosa pensa di questa Juve più europea: Io direi più moderna. La cosa importante è che “l’impronta sarriana” si vede, come dimostrano il tanto possesso palla e le continue triangolazioni. Sicuramente la squadra sta convincendo, bisogna riconoscere i meriti del mister.

Su De Ligt e Cuadrado: Da Matthijs sicuramente ci aspettavamo qualcosa di più, ma è un ragazzo giovane che deve ambientarsi in un contesto diverso. La sua giovane età e quello che gli ho visto fare con l’Ajax mi fa essere positivo, crescerà sicuramente. Cuadrado penso sia la nota più positiva di quest’anno. In quel ruolo lo vedo bene, sta facendo cose straordinarie.

La Champions? E’ una coppa che sembra stregata. Purtroppo basta una partita che va male e sei fuori. Io posso capire perchè ho provato questa sensazione ad Atene, quando perdemmo una finale che sembrava scontata.

Per chiudere una battuta sulla Nazionale: C’è molto entusiasmo e i risultati sono, fino ad ora, più che positivi. Adesso bisogna vedere come andranno gli europei, che sicuramente saranno molto difficili. I giovani stanno crescendo bene, Zaniolo sta passando un brutto momento ma si riprenderà perchè è un gran giocatore. Tonali ed Esposito sono altri due ragazzi interessantissimi che stanno già dimostrando le loro qualità.

 

Fonte foto: Wikipedia

COMMENTA L'ARTICOLO