Genoa-Milan,Riccio: “Paquetá può fare molto bene. Su Cutrone…”. Prandelli: “Fatta una buona partita”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

L’assistente di Rino Gattuso Riccio è stato intervistato da Sky Sport dopo il match di Marassi. Ecco le sue parole:

Sulla gara

“Per una mezz’ora abbiamo sofferto, abbiamo fatto fatica a trovare le distanze. Ci trovavamo troppo spesso uno contro uno. Dopo la mezz’ora siamo venuti fuori, abbiamo dato profondità con Conti sul lato destro, poi nel secondo tempo abbiamo consolidato i nostri principi di gioco, per fortuna è andata bene”.

Su Higuain

“Abbiamo fatto fatica a digerire i 120′ con la Samp, la Supercoppa e la trasferta a Gedda, alcuni giocatori non erano al top. Le trattative di mercato siamo abituate a viverle. Era nell’aria da qualche giorno, alleniamo la squadra”.

Su Cutrone

“Ci terrei a rimarcare la grande prestazione di Patrick e anche quelle nelle gare precedenti. E’ stato eccezionale nell’attacco allo spazio, ci permetteva a giocare a trequarti con i nostri giocatori più tecnici”.

Su Paquetà

“Nel secondo tempo sono venuti fuori Paquetà, Bakayoko, Hakan, Borini… Paquetà ha grandissimi margini di miglioramento, può essere molto incisivo negli ultimi metri, dà disponibilità nella corsa, ha centimetri, ha tempo nei colpi di testi, è un giocatore che può fare molto bene”.

Su Bakayoko

“Il nostro grazie va a tutta la rosa che abbiamo a disposizione, tutti si sono messi a disposizione. Bakayoko veniva da un calcio straniero, non conosceva la lingua, l’adattamento è necessario”.

Su Zapata

“Zapata dà fisicità, ti permette di difendere a spazio aperto in maniera veloce. Ha avuto un problema muscolare”

ECCO LE PAROLE DI PRANDELLI

Sul momento

“Bisogna cercare di ricompattare le forze, se siamo uniti possiamo fare un girone di ritorno importante. Oggi abbiamo messo in difficoltà il Milan, potevamo passare in vantaggio. Abbiamo giocato ad un orario inedito, ci ha penalizzato”.

Su Piatek

“Quando sono arrivato non c’era questa intenzione, la società valuta, ha ritenuto di valutarla. Non dobbiamo piangerci addosso, valorizzare i giocatori che abbiamo a disposizione. Cercherò di far capire la mentalità e la cultura alla squadra”.

Sulla squadra

“Nel primo tempo mi è piaciuta molto, potevamo finalizzare meglio, nel secondo tempo ci siamo fatti prendere con un po’ di ingenuità. Abbiamo preso un gol che potevamo evitare, poi abbiamo preso un secondo contropiede da evitare”.

Sulla tattica

“Nel primo tempo eravamo molto compatti ed uniti, nel secondo tempo dopo il gol subito ci siamo disuniti, la qualità del Milan ha fatto la differenza. La nostra prestazione è stata ottima, il Milan non è ripartito mai nel primo tempo. In fase offensiva dobbiamo mettere più cattiveria, dobbiamo toglierci di dosso la negatività”.

COMMENTA L'ARTICOLO