Genoa-Juventus, la Juve va con Dybala e CR7. Pirlo:”Atteggiamento giusto”

Genoa-Juventus
Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Genoa-Juventus: predominio territoriale bianconero ma niente gol nel primo tempo

Juventus in pieno controllo territoriale della partita nel primo tempo. Un predominio che porta ad un colpo di testa di McKennie sventato da Perin, un tiro di poco a lato di Bentancur e un’altra conclusione fuori misura di McKennie. Il Genoa si chiude affidandosi al contropiede e alla fisicità di Scamacca. Sul finire della prima frazione ci prova anche Dybala ma la sua conclusione è centrale. Si va al riposo senza gol.

Dybala la sblocca nel secondo tempo

Nella ripresa lo spartito di Genoa-Juventus non cambia. La Juve fa la partita ma non riesce a trovare la via del gol. Ci pensa il redivivo Dybala, innescato da una sponda di McKennie al 12′. Il sinistro chirurgico dell’argentino è un toccasana in un momento complicato. La gioia dura poco perché il Genoa pareggia a mezz’ora dalla fine con l’ex Sturaro che colpisce al volo un cross di Pellegrini. La Juve sfiora più volte il nuovo vantaggio e lo trova al 33′ con un calcio di rigore trasformato dal solito Ronaldo dopo un fallo di Rovella su Cuadrado. I bianconeri usufruiscono di un altro penalty all’88’ per fallo di Perin sul subentrato Morata. Dal dischetto CR7 non sbaglia e chiude la contesa.

Genoa-Juventus, Pirlo nel post-partita

Così l’allenatore bianconero Andrea Pirlo nel post gara di Genoa-Juventus su Sky Sport:«L’atteggiamento era la cosa principale, bisognava cancellare la partita di Barcellona. La cosa più positiva è stata quella di non aspettare il Genoa e aggredire subito subito la gara. Il gol subito? Quando subisci un tiro e un gol da fastidio, ma siamo stati bravi a reagire. Dybala? Paulo sta meglio, aveva bisogno di questo gol e adesso ci aspettiamo qualcosa di più. Sull’aggressività stiamo lavorando dall’inizio della stagione: meglio correre cinque metri avanti che 80 metri indietro. Arthur? Non abbiamo registi puri ma abbiamo diversi centrocampisti bravi e oggi Bentancur ha fatto molto bene in quel ruolo. Abbiamo sfruttato anche le caratteristiche di Mckennie come “invasore”. Abbraccio con Dybala? Se lo meritava, era molto importante per lui tornare al gol e l’abbraccio era anche per la squadra che lo ha supportato.»

FOTO: Juventus FC Twitter.

Leggi anche: Genoa-Juventus, probabili formazioni e dove vederla in tv

COMMENTA L'ARTICOLO