Fonseca: “Scudetto? Presto per parlare di ambizioni”

Paulo Fonseca ha parlato nella conferenza stampa di vigilia in vista della sfida contro l’Atalanta.

Il tecnico della Roma Paulo Fonseca ha risposto alle domande dei cronisti nella conferenza stampa della vigilia, in vista del match di domani contro l’Atalanta. Queste le sue parole.

Farà scelte in funzione del poco tempo a disposizione? “È vero che il tempo per recuperare non è molto, ma penso che farò due o tre cambi al massimo. Non voglio fare tante modifiche, è un momento in cui la squadra sta bene”.

Che risposta ha in mente per l’Atalanta? “Questa è una partita diversa, contro un avversario diverso, molto forte fisicamente. Non abbiamo molto tempo per pensarci. Vediamo domani. Possono giocare Villar, Cristante o un altro calciatore, ma farò le mie scelte in funzione della strategia, delle caratteristiche della partita”.

Scudetto? “Siamo a dicembre, tutte le squadre sono molto vicine e possono arrivare tra le prime quattro. Come ho detto sempre, il nostro obiettivo è fare meglio della passata stagione e questo significa finire nei primi quattro posti. Ripeto, siamo a dicembre, è molto presto per parlare di altre ambizioni”.

Meglio prima, quando non eravate considerati, oppure ora, che cominciano a reputare la squadra in lotta per lo scudetto? “Io voglio essere sempre equilibrato e voglio che lo sia anche la squadra. Quando vinciamo, non siamo i migliori del mondo; quando perdiamo, non siamo i peggiori. Dobbiamo essere sempre equilibrati”.

Pedro di nuovo protagonista a Bergamo? “Pedro continua a essere un giocatore molto importante per la nostra squadra. Vediamo domani, ma può essere una soluzione per l’inizio”.

Si aspetta di più da Dzeko? “Dzeko sta molto bene, sta facendo un lavoro molto importante per la squadra. Ha segnato 4 reti ma ha partecipato alla realizzazione di tante altre. Questo è quello che conta per me”.

Mirante o Pau Lopez? “Ho già fatto la mia scelta. Vedrete domani”.

Cos’è cambiato rispetto alla scorsa stagione? “Abbiamo un anno e mezzo insieme, è normale che la squadra sia più forte. Sono arrivati dei giocatori che l’hanno trasformata e l’hanno ulteriormente migliorata. È normale che sia così, avendo avuto più tempo per lavorare insieme e una conoscenza migliore di quello che vogliamo fare”.

I difensori sfideranno la pressione avversaria già a inizio azione? “Come ho detto, questa è una partita diversa, contro un avversario che ha un modo di giocare differente, ma noi non cambiamo le nostre intenzioni e la nostra identità. Quello che cambia in ogni partita è la strategia, che sarà in funzione dell’avversario”.

Che test è l’Atalanta? “È sempre molto difficile affrontare l’Atalanta, è una squadra molto forte. Ma per noi è solo un’altra partita che vogliamo vincere. Non cambia niente. Cambiano le caratteristiche della partita, ma la nostra ambizione è sempre la stessa: vincere domani”.

Roma migliorata sulla fisicità o Atalanta normalizzata? “No, l’Atalanta continua a essere molto forte. Sì, è una partita molto fisica, ma anche noi siamo fisicamente più forti”.

Foto: Twitter Il Romanista.

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Tutte le notizie su Champions League . Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale. Potrai trovare notizie dalla Serie A ai dilettanti.

Sorry! You are blocked from seeing ads