Fonseca dopo il pari con l’Inter: “La mia Roma ha coraggio”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Finisce 0 a 0 nell’anticipo del Venerdì tra l’Inter di Conte e la Roma di Fonseca. Nerazzurri che creano le migliori occasioni, giallorossi che giocano meglio e tengono maggiormente il campo e il possesso del pallone. Conte può recriminare per 2-3 grosse occasioni, scaturite da clamorosi errori della Roma in impostazione. Bravissimo, in almeno due palle gol, Mirante, schierato tra i pali all’ultimo momento per l’infortunio di Pau Lopez. La Roma ha dovuto rinunciare, almeno inizialmente, anche al suo centravanti Edin Dzeko, entrato nel finale.

LE PAROLE DI FONSECA

Al termine della gara, il tecnico portoghese della Roma, Paulo Fonseca, ha dichiarato quanto segue:

Negli ultimi metri abbiamo sbagliato spesso la decisione finale però abbiamo fatto una buona partita. La nostra intenzione era quella di giocare e in alcuni momenti della partita siamo stati in totale controllo. Le principali occasioni dell’Inter sono arrivate dai nostri errori sulla prima costruzione, su questo devo dire che abbiamo provato a giocare con coraggio, senza paura. A volte abbiamo sbagliato, ma se abbiamo coraggio, come voglio io, la nostra costruzione può diventare più costruttiva. Difensivamente la nostra strategia è andata molto bene,  Mancini e soprattutto Smalling hanno fatto una bella partita, molto sicura. Però tutta la squadra ha difeso bene. Noi inizialmente non vogliamo mai difendere ma l’Inter è forte e abbiamo comunque fatto bene. Anche Mirante è forte, è un buon portiere e ha fatto molto bene stasera. La squadra è migliorata molto in tutti i momenti della partita ma dobbiamo ancora lavorare per migliorare gli ultimi movimenti offensivi. Non è importante l’attuale posizione ma la prossima partita di Europa League, che è decisiva per noi. Florenzi? Lui lavora sempre molto bene ma in questo momento sto facendo altre scelte. Quando si è fatto male Santon ho pensato che Spinazzola fosse più adatto, è più veloce e ha fatto molto bene. Per giocare con una squadra come l’Inter abbiamo bisogno di essere coraggiosi e avere personalità. E’ importante avere la palla contro questo tipo di squadre e abbiamo tentato di farlo, di tenere palla, di giocare. Per me è mancato l’ultimo momento, ci sono situazioni in cui possiamo crossare meglio e queste sono cose che fanno la differenza”

COMMENTA L'ARTICOLO