Fiorentina, Saponara: “Italiano sa come farmi rendere al meglio, ho la sua stima. Vlahovic? Mi impressionò da subito”

Foto: Sito ufficiale Spezia

Riccardo Saponara ha rilasciato alcune dichiarazioni durante il ritiro della Fiorentina a Moena.

Riccardo Saponara ha rilasciato alcune dichiarazioni durante il ritiro dei viola a Moena. Ecco le sue parole:

ITALIANO«Il suo spirito ha salvato lo Spezia, con lui ho instaurato un ottimo rapporto, ci siamo sentiti anche in vacanza per scambiarci alcune opinioni anche sull’opportunità che aveva. Conosco le sue idee che non sono complicate da apprendere. Mi ha chiesto di trascinare i più giovani e di aiutarli nell’apprendimento».

VLAHOVIC«È mio fratellino e gli voglio bene. Mi impressionò da subito, era timido e non parlava italiano. Un calciatore ha bisogno di un contesto giusto. Ha avuto fiducia completa e dopo un po’ di assestamento ha dimostrato le qualità che ha sempre avuto. Credo che la guida tecnica sia giusta per dare alla Fiorentina la chance di esprimere tutto il suo potenziale. Negli ultimi anni abbiamo giocato sottotono, sono convinto che mister e staff siano i componenti giusti per darci questa possibilità».

RUOLO«Ho iniziato da esterno, giocando come trequartista e quindi non ho potuto mettere in mostra le mie doti fisiche. Il primo a provarmi da esterno è stato Liverani, poi l’ho proposto io a Italiano e mi sono trovato bene. È una posizione che mi offre più spazi e una visione di gioco differente, mi trovo molto bene».

NUOVO INIZIO «Tutti i giocatori rendono meglio in base agli allenatori e al contesto in cui si trovano. Italiano sa come farmi rendere al meglio, so che ho la sua stima. Sono qui per dare una mano a lui e nel caso me lo chiedesse a tutta la Fiorentina. Se sarà ritenuto idoneo sono contento di rimanere qui».

Fonte: calcionews24.com

Leggi anche: Damiani: “Donnarumma non si discute, ma Maignan non lo farà rimpiangere: è un’ottima scelta”