Logo Fiorentina
Foto: logo Fiorentina

Intervistato da TMW a margine della presentazione del proprio libro “Due veneti a Firenze“, l’ex calciatore Celeste Pin ha parlato della Fiorentina e del nuovo corso con Vincenzo Italiano alla guida: “Essere fiorentini significa gioire e soffrire con questa squadra. Il gruppo è coeso e guidato da un conduttore straordinario come Italiano. Non mettiamo limiti a questa squadra, 12 punti in 6 giornate sono un buon segno. Contro il Napoli mi aspetto una partita da primi della classe. Ripeterei il primo tempo contro l’Inter ma nel secondo. Gli azzurri sono forti e Osimhen non va fatto giocare, ma sono fiducioso perché la difesa è tornata da Udine senza subire gol“.

LEGGI ANCHEGravina sulla riforma del calcio italiano: “Obiettivo due Serie B per stagione ’24-’25”

LEGGI ANCHEFiorentina, senti Galli: “Italiano ha inciso sulla testa dei giocatori”

Articolo precedenteGravina sulla riforma del calcio italiano: “Obiettivo due Serie B per stagione ’24-’25”
Articolo successivoRoma, Criscitiello: “Difesa imbarazzante a tratti. Mourinho è rimasto al cinema di 10 anni fa”