Fiorentina-Inter 0-2. Stellini: “Non mettiamo pressioni, pensiamo al nostro cammino. Questioni societarie? Concentrati sul campo”

Fonte foto: Twitter Inter

SEGUICI SU

L’allenatore in seconda dell’Inter, intervenuto a Sky Sport, ha fatto il punto della situazione a margine dell’importante vittoria di Firenze.

L’allenatore in seconda dell’Inter Cristian Stellini ha parlato ai microfoni di Sky Sport a margine della vittoria dei nerazzurri sulla Fiorentina, firmata da Nicolò Barella Ivan Perisic. Ecco le sue parole.

“Non vogliamo mettere pressioni a nessuno ma pensare solo al nostro cammino. Dopo la partita di tre giorni fa non era semplice venire in trasferta a Firenze, ora che i punti pesano le partite sono difficili. Siamo soddisfatti per le palle gol create, i nostri attaccanti hanno lavorato bene in coppia, riuscendo a servire parecchie palle gol per gli inserimenti dei compagni. Quello che c’aspettavamo. I nostri giocatori sono molto generosi e a volte perdono il controllo, oggi invece ordinati e precisi: non era semplice, faccio i complimenti alla squadra”.

Lavorate per aumentare la pericolosità a sinistra? “Siamo contenti di quanto facciamo sulla sinistra, la squadra deve lavorare insieme. A volte meglio altre peggio, ma lavoriamo su ogni opzione per creare pericoli agli avversari”.

E’ difficile gestire Conte dalla tribuna? “Eh, è normale che sia difficile vivere da fuori la partita col carisma che ha il nostro allenatore. I suoi consigli e il suo aiuto li prendiamo di buon grado, e non è per nulla difficile, anzi, è la nostra guida”.

Le questioni societarie vi indeboliscono o vi fortificano? “Siamo molto concentrati sul campo, sul gioco e sul lavoro. Abbiamo tanta strada, partite e difficoltà davanti, oltre a due competizioni. Siamo attenti sul calcio giocato”.

Quanto manca a Perisic per diventare esterno a tutto campo? “Si adatta con sacrificio, perché prima era protagonista dalla metà campo in su, mentre oggi anche in giù. È prezioso perché ha fisicità e copre bene la fascia, siamo convinti e soddisfatti di quello che sta facendo”.

In Barella c’è qualcosa del Conte calciatore? “Glielo auguro. Sta crescendo, lui come Lautaro e tanti altri ragazzi giovani. Il prossimo step è qualche gol in più”.

Si è rivisto Gagliardini: “Usiamo i centrocampisti che abbiamo. Deve adattarsi nel trovare continuità ma gli faccio i complimenti perché ha dato un contributo importante, dal suo ingresso la fascia sinistra è diventata molto pericolosa”.

Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb.

Potrebbe interessarti anche: altri problemi per Suning.

COMMENTA L'ARTICOLO