Fiorentina, Iachini: “Troppe aspettative su Amrabat. Se domani sbaglieremo anche di un metro perderemo”

Fonte foto: Profilo Twitter Fiorentina

Il tecnico della Fiorentina ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Atalanta.

L’allenatore della Fiorentina Giuseppe Iachini ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa alla vigilia della tosta sfida contro l’Atalanta. Queste le sue riflessioni a riguardo.

“Domani servirà organizzazione, attenzione, abilità nell’occupare gli spazi in modo giusto per 90′. Affrontiamo una squadra che lavora insieme da anni, che ha il miglior attacco del campionato e dunque non sarà facile. L’Atalanta ha qualità in chi parte dal 1′ e in chi subentra. Basterà sbagliare di un metro o far calare l’attenzione in un solo episodio per perdere la partita. Certo, dovremo provare a essere pericolosi anche noi: dovremo saperci muovere bene in entrambe le fasi”.

Il voto a Gasperini per la Panchina d’oro: “Sì, perché per il lavoro svolto in questi anni se lo è meritato. L’ho fatto per premiare sia l’allenatore che il lavoro di squadra, società e ambiente”.

Cosa togliere all’Atalanta? “La Dea è una squadra completa in tutti i reparti, ha consapevolezza e gioca a memoria da anni. Tutta la squadra ha qualità sia nei giocatori titolari che nelle riserve. Noi dovremo fare una partita importante, rispettiamo gli avversari ma dovremo pensare a noi”.

Il rosso di Ribery contro il Genoa? “Il rosso di Franck è stato un infortunio di gioco: lui voleva solo proteggere la palla ma casualmente il suo piede è finito sulla gamba dell’avversario. Siamo dispiaciuti della sua assenza ma sono certo che tutti i ragazzi faranno una grande partita. In questo momento tutti mi stanno dando garanzie in allenamento. Vedremo nelle prossime due sedute con chi partire”.

Amrabat? “Forse abbiamo avuto troppe aspettative su di lui, lui ha temperamento e lotta ma è un giocatore che si porta dietro il fatto di essere stato pagato tanto. Lui non è il calciatore che fa vincere le partite. Sofyan non ha potuto fare la preparazione con noi e forse ha pagato questo, poi non so dire cosa sia successo. Da quando sono rientrato ho saputo che aveva avuto un problema ma ora è in condizione di giocare”.

La presenza di Commisso? “È sempre importante che sia con noi, è importante per i tifosi e l’ambiente. La sua è una presenza che dà fiducia e spirito a tutti. Sono contento di poterlo rivedere, il rapporto di stima nonostante tutto con lui c’è sempre stato. Mi ha sempre riconosciuto il lavoro che ho fatto”.

Il lavoro per migliorare la fase difensiva? “Abbiamo ripreso in mano alcuni tipi di discorsi, a livello tattico e organizzativo. C’è stato da lavorare un po’ su alcuni aspetti, ma nel corso della gara col Genoa ci sono state anche cose positive. Pur essendo in 10 non abbiamo infatti concesso nulla. Noi dobbiamo ritrovare solidità e atteggiamento compatto. Le salvezze si costruiscono così, senza ovviamente tralasciare la fase offensiva”.

Fonte dichiarazioni e conferenza completa: Tuttomercatoweb.

Potrebbe interessarti anche: le parole di Paulo Fonseca in conferenza stampa.

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.