Fiorentina, aria d’Europa. 3-1 ad una Sampdoria che illude

Foto: profilo Twitter Fiorentina

FIORENTINA SAMPDORIA – Il Ko di Empoli non ha influito. La Fiorentina ritrova la vittoria. 3-1 il punteggio al Franchi contro la Sampdoria. Dopo il vantaggio blucerchiato di Manolo Gabbiadini, la Fiorentina ha pareggiato i conti con Callejon. Vlahovic ha completato la rimonta, Sottil ha messo il sigillo sul 3-1 finale.

Gabbiadini illude

Mister Italiano lascia fuori Milenkovic e sceglie Igor al fianco di Venuti. In attacco fuori Saponara, dentro Sottil. Ancora panchina per Nico Gonzalez. Nella Sampdoria mister D’Aversa sceglie Gabbiadini in coppia con Caputo lasciando in panchina l’ex Quagliarella. Adrien Silva prende il posto dello squalificato Ekdal, in difesa c’è Ferrari al fianco di Colley.
La Fiorentina, ancora arrabbiata dopo il ko di Empoli, parte attaccando a testa bassa, ma è la Sampdoria a passare in vantaggio alla prima occasione. Minuto numero 15, Candreva mette in mezzo un cross teso, Gabbiadini dà una frustata al pallone e batte Terracciano. Primo gol in questo campionato per l’attaccante bluerchiato. La squadra di Italiano non ci sta e si tuffa subito in avanti alla ricerca del pari, che arriva dopo pochi minuti: Sottil, dalla sinistra, fa partire il traversone e trova dalla parte opposta Callejon che, a due passi da Audero, deposita in rete.

Vlahovic completa la rimonta, sigillo di Sottil

La Fiorentina non molla e continua a tenere in mano il pallino del gioco, pressando a tutto campo e mettendo in difficoltà la retroguardia blucerchiata. Passano 10 minuti e la squadra di Italiano completa la rimonta grazie al gol del capocannoniere Dusan Vlahovic: Callejon serve Bonaventura in profondità, l’ex Milan mette in mezzo un cross perfetto sul quale il serbo è bravissimo. Colpo di testa vincente e Audero battuto. A pochi minuti dalla fine del primo tempo la Fiorentina trova anche il terzo gol: a segno Riccardo Sottil.

Finale sul velluto

Nonostante i due gol di vantaggio, la filosofia della Fiorentina non cambia nella ripresa. I viola pressano altissimo e costruiscono tantissime palle gol, su tutte quella di Sottil, che lanciato da Torreira si fa mezzo campo palla al piede ma non trova il gol a tu per tu con Audero. D’Aversa prova a mischiare le carte gettando nella mischia Quagliarella e il giovane Ciervo. I cambi però non aiutano i bluerchiati, anzi, è sempre la Fiorentina a dettare i tempi di gioco. Nel finale Italiano regala il debutto in serie A per il giovane Di Stefano. Con questa vittoria la Fiorentina consolida il sesto posto con 24 punti, davanti a Juventus e Lazio e alle spalle della Roma.

Fonte: Tuttomercatoweb.com

Leggi anche: Vlahovic 2021 speciale