Donato Di Campli contro il lockdown

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

La Serie A e il lockdown: il duro sfogo del procuratore Donato Di Campli

Continua la discussione nel mondo del calcio riguardo il lockdown e l’eventuale ripresa dei campionati, a partire dalla Serie A. Un tema molto divisivo, ancor di più dopo l’ultima conferenza stampa del premier Giuseppe Conte ieri sera. E anche nel calcio ci sono diversi personaggi che iniziano a non nascondere il loro malumore su come viene gestita la situazione dalle autorità. Tra questi c’è anche Donato Di Campli, procuratore di diversi calciatori in Serie A, che su Facebook si è lasciato andare ad un duro sfogo.

Donato Di Campli:”Arrivato il momento della disobbedienza”

L’ex manager di Marco Verratti, nonché imprenditore proprietario di diversi locali nel suo Abruzzo, ha scritto un duro post su Facebook con queste parole:«E’ arrivato il momento della disobbedienza. Non posso capacitarmi che questo Governo non abbia la percezione di quello che quotidianamente le persone normali, professionisti,imprenditori, industriali stanno vivendo. Con il Covid noi dovremmo conviverci e Conte ed i suoi accoliti non possono impormi come farlo.Io non sono scemo e come me non lo sono la maggior parte degli italiani.
Non permetto ad epigoni come Bonafede, Crimi, Spadafora, Di Maio, Zingaretti e compagnia bella di portarmi sul lastrico e dissipare i sacrifici di una vita….di democrazia oramai non c’è più nulla in questa nazione
Chi ha scritto la nostra costituzione si sta rivoltando nella tomba.
E’arrivato il momento della protesta di massa e della disobbedienza!!!». 
Scrive Donato Di Campli a proposito del lockdown nel nostro paese per il Coronavirus.

Un invito alla disobbedienza

Insomma, a Donato Di Campli il lockdown comincia a non andare giù. E quello scritto poco fa, è probabilmente uno sfogo dettato dalla preoccupazione per il futuro del calcio, ma anche (e forse soprattutto) per le sue molteplici attività imprenditoriali che potrebbero avere ripercussioni per via del lockdown prolungato. Di Campli, infatti è molto attivo nel settore turistico e della ristorazione nel circondario della sua Lanciano, città nella quale è nato e vive.

FOTO: Donato Di Campli Twitter.

 

COMMENTA L'ARTICOLO