De Laurentiis a muso duro contro Sky sui diritti TV: niente gare senza rata!

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

I diritti tv nel calcio e il nodo con Sky

Uno dei problemi più evidenti che la pandemia ha portato nel calcio è quello inerente i diritti televisivi per il campionato. Ormai da mesi si sta consumando un vero e proprio scontro tra la Lega Serie A e la Pay-TV Sky. Oggetto della diatriba il pagamento dell’ultima rata per i diritti tv della stagione 2019/20. Uno scontro che rischia seriamente di trascinarsi nelle aule giudiziarie, come traspare da alcune dichiarazioni del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis.

De Laurentiis contro Sky: niente partite in tv senza l’ultima rata

ADL, si è espresso su questo tema durante l’ultima Assemblea di Lega e lo ha fatto al suo solito, senza peli sulla lingua. Il patron del Napoli, nel corso del suo intervento si è duramente scagliato contro l’emittente di Rupert Murdoch arrivando a proporre addirittura di non trasmettere più le partite su Sky, qualora la Pay-TV non dovesse pagare la rata per i diritti televisivi della Serie A. Lo riferisce il Corriere dello Sport. Ipotesi che era stata presa dalla Lega Serie A solo per le ultime sei partite, ossia qualora venisse pareggiata la quota pagata dall’emittente televisiva.

Si prepara una rovente estate di carte bollate

La questione è piuttosto ingarbugliata e i tribunali in realtà sono già entrati sulla scena. Già da tempo esiste un asse tra De Laurentiis e Claudio Lotito, disposti allo scontro con Sky per avere l’intera quota dei diritti televisivi. E con qualche settimana di ritardo rispetto alle loro volontà, sono partiti i primi decreti di ingiunzione. Tuttavia il giudice del tribunale non ancora si esprime. Se passasse la linea dura di ADL e Lotito, si arriverebbe ad un punto di non ritorno con lo storico partner televisivo del nostro campionato. E ciò avrebbe conseguenze dirette anche per la Serie A che così perderebbe valore agli occhi delle televisioni a pagamento. Uno scenario che sarebbe opportuno evitare.

FOTO: SSC Napoli Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO