Da De Ligt a Lukaku: la pandemia fa crollare i prezzi

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

La pandemia ha fatto crollare i prezzi

La Serie A rischia di entrare in una vera e propria bolla di crisi. Questa bolla chiamata Coronavirus ha inciso molto sull’economia del campionato italiano, andando a infliggere danni a tantissime società anche di leghe minori. Il Corriere Dello Sport spiega come la valutazione del parco di giocatori della Serie A determinerà una decrescita percentuale del 26% in caso di chiusura della stagione. E il mondo del calcio ha già lasciato sul terreno più di 986 milioni.

Da De Ligt a Lukaku

Parlando di numeri, se la stagione non continuerà ci sarebbe una perdita di 10 miliardi di euro. Nello scenario più favorevole, quindi di eventuale ripresa e conclusione del campionato, da 10 si passerebbe a 6,6 miliardi. Per la Serie A, la riduzione dovrebbe essere del 26,1% in caso di stop immediato. Per questo nella top 20 dei giocatori più costosi presenti in Europa figurano lo Juventino De Ligt e il belga Romelu Lukaku. L’olandese, valutato a febbraio 86 milioni di euro, potrebbe scendere fino a 72, mentre per Lukaku si passerebbe da 88 milioni a 75. Sicuramente non riduzioni di poco conto.

Decrescite anche per Juventus, Inter, Napoli e Roma

La cancellazione della Serie A porterebbe a decrescite spaventose anche per la Juventus, da 751 di valore complessivo della rosa a 575. L’inter da 653 a 496. Il Napoli da 591 a 421. E la Roma da 452 a 339. Per quanto riguarda l’estero anche Man City, Liverpool e Real Madrid risulterebbero molto penalizzate. E forse per una volta non assisteremo ad un mercato fatto di spese folli.

Fonte foto: WIkipedia

COMMENTA L'ARTICOLO