Conte: “Lo scudetto è più vicino. In albergo ho visto le partite di Milan e Sassuolo”

Fonte foto: Profilo Twitter Inter
Sorry! You are blocked from seeing ads

Ha parlato Antonio Conte ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria per 1-0 contro il Bologna:

L’abbraccio con Oriali?

Con Oriali ci lega un rapporto molto forte da quando sono stato commissario tecnico. Vittoria diversa dalle altre? È inevitabile che più ci si avvicina alla fine più ogni vittoria diventa pesante. Vincere su un campo come quello del Bologna ci fa fare un grande passo in avanti. Loro sono un’ottima squadra con un allenatore molto bravo. Non era semplice, è stata una giornata lunghissima per noi oggi, partita dalle 12,30. Sei in albergo e vedi tutte le partite, ho guardato prima la partita del Milan, poi quella del Sassuolo, non quella della Juve perché eravamo in pre-gara. Giocare dopo tutti non era semplice”.

Era l’abbraccio scudetto?

“No, non può esserlo perché lo scudetto si deve conquistare sul campo. Bisogna arrivare primi, o quantomeno dev’esserci una matematica ad assegnarlo. Mancano dieci partite da giocare, alcune avversarie ne hanno nove: sappiamo che è ancora lunga, ci sono 30 o 27 punti da assegnare. È inevitabile vedere qualcosa, noi lo vediamo più vicino, altri lo vedono più lontano, ma vediamo tutti la stessa cosa, solo a distanza diversa. Sta a noi continuare a fare questo percorso e meritare il primo posto, che penso sia meritato”.

E’ un allungo decisivo?

“Sicuramente quella di oggi è una vittoria importante, ottenuta su un campo difficile contro un’ottima squadra. Non giocavamo da 20 giorni e siamo stati bravi a riprendere da dove avevamo finito. I ragazzi sono stati molto bravi, hanno dimostrato grande spirito e di questo gli va dato merito. Per il discorso dell’allungo, sarà importante la partita di mercoledì, contro il Sassuolo. Per avvalorare questo successo dovremmo vincere anche con il Sassuolo”.

Questa è una vittoria da grande squadra, è quello che serve per vincere il campionato?

“Per vincere bisogna avere stabilità e continuità dei risultati. Ci devono essere delle conoscenze che ti permettono di dimostrare sicurezza in tutte le situazioni. In questi due anni, la squadra è cresciuta sotto tutti i punti di vista e ora abbiamo trovato un equilibrio che ci ha permesso di fare grandi risultati in campionato. Di questo va dato merito ai ragazzi. La prestazione di Young e Ranocchia che non giocavano da diverso tempo, dimostra la professionalità e serietà dei ragazzi”.

Fonte: TuttoMercatoWeb

Leggi anche: Cairo contento dopo il pareggio: “E’ stato un Torino con le palle”

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads