Conte: “La Roma può giocarsela per lo scudetto. Ora servono i fatti, basta parole”

Sorry! You are blocked from seeing ads

Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della super sfida dell’Olimpico contro la Roma.

Il tecnico dell’Inter Antonio Conte ha risposto alle domande dei cronisti in conferenza stampa, alla vigilia della grande sfida dell’Olimpico contro la Roma. Queste le sue parole.

Roma in salute: che gara si aspetta? “Sono forti e stanno facendo molto bene, possono giocarsela per lo scudetto e per un posto Champions”.

Quanto sono fondamentali le prossime tre partite? “Contro le squadre forti puoi misurare la tua ambizione e la tua di forza. I giudizi sono condizionati dai risultati e io infatti voglio vedere il risultato”.

Quanto saranno decisivi i prossimi otto giorni? “Penso sia sempre importante al di là del momento. Giochiamo contro due squadre che lotteranno per un posto in Champions e per lo scudetto. C’è grande stimolo, servono fatti e non parole”.

Una spiegazione sul perché fate meglio nei secondi tempi? “Non so se c’è una spiegazione, l’anno scorso era il contrario. Se adesso sta capitando l’opposto non saprei, l’approccio è sempre giusto anche contro la Samp: dominavamo e poi siamo andati sotto di due gol. Va considerato l’atteggiamento e il nostro non è mai stato sbagliato”.

Le questioni extra-campo possono infastidire o deconcentrare la squadra? “Io non ne parlo, chi vorrà è libero di farlo. Noi dobbiamo cercare di fare del nostro meglio sul campo, da qui fino alla fine della stagione”.

Come si spiega la differenza di gol subiti rispetto alla scorsa stagione? “In tutte le situazioni, in fase offensiva come in quella difensiva, è sempre tutta la squadra a prendersi meriti o tiratine d’orecchie. Tutti partecipano, la nostra è un’ottima fase offensiva viste le palle gol costruite e i tanti uomini che portiamo in zona gol. Per quella difensiva sicuramente poteva esserci più equilibrio e perciò dobbiamo migliorare”.

Come ha visto Vidal dopo la sfida contro il Crotone? “Si è allenato con determinazione e voglia. Qualche volte uso la carota e con lui l’ho fatto spesso, altre serve il bastone. Voglio bene a lui e alla squadra, Arturo sa che se qualcosa non mi piace non giro la testa a far finta di niente”.

Punterà su Vecino? “Sta lavorando a parte, si sta integrando e ci vorrà ancora un po’ di tempo, ma sapete come ho detto in passato che non ci saranno entrate o uscite. Perciò, quando starà bene, sarà reintegrato in squadra e farà parte del gruppo a tutti gli effetti”.

Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb.

Foto: Twitter ufficiale Inter.

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads